rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Santa Croce / Piazzale Roma

Carnevale 2014, niente petardi né sacchi a pelo nel centro storico

La municipale si prepara alla ressa e ipotizza l'ipotesi della chiusura al traffico di piazzale Roma e lungo il ponte della Libertà

Pioggia di ordinanze in vista del primo weekend ufficiale del Carnevale. Il comandante generale della polizia municipale, Luciano Marini, ha firmato nei giorni scorsi diverse modifiche provvisorie al regolamento comunale per aumentare la sicurezza e garantire il tranquillo svolgimento degli eventi e delle manifestazioni previste in tutto il Veneziano. Ecco quindi che, nei prossimi giorni, scatteranno il divieto di utilizzare fuochi d'artificio e sacchi a pelo e, in casi estremi, sarà possibile che la municipale devii il traffico pedonale e blocchi al transito piazzale Roma.

LE ORDINANZE - Fino al 4 marzo, la polizia avrà quindi la facoltà di istituire il divieto di transito o di accesso per tutte le categorie di veicoli per la rampa Santa Chiara e per piazzale Roma, con deroga per le automobili dei residenti nel centro storico di Venezia e nell'estuario con posto auto nelle autorimesse del terminal; dei veicoli in possesso di prenotazione on line per il parcheggio al garage comunale; delle auto che devono accedere alla zona portuale di San Basilio; dei veicoli di persone addette ai servizi pubblici essenziali; dei veicoli del soccorso pubblico e di emergenza e delle forze di polizia. Nella stessa ordinanza si stabilisce che la municipale ha facoltà di istituire, sempre nel medesimo periodo, la deviazione obbligatoria delle auto private dal ponte della Libertà alla rampa discendente verso l'isola nuova del Tronchetto. Inoltre in caso di notevole afflusso di persone tale da compromettere la sicurezza e la fluidità della circolazione pedonale nel centro storico di Venezia, la municipale avrà facoltà di dirottare il traffico pedonale e organizzarlo con l'istituzione di sensi unici o di temporanei obblighi o divieti anche mediante transennatura, ove necessario, delle aree interdette, inibendo l'accesso in determinate zone dove la presenza e il transito di persone potrebbe creare pericolo alla pubblica incolumità.

SCOPPI E CAMPEGGI – In un'altra ordinanza, infine, si legge che fino al 4 marzo è vietato, nei luoghi pubblici e aperti al pubblico, ogni comportamento che possa turbare la tranquillità o compromettere l'incolumità pubblica, come usare e portare al seguito materiali atti ad imbrattare; fare esplodere o portare petardi, castagnole, girandole e altri artifici esplodenti; accendere fuochi; sdraiarsi per terra, anche utilizzando sacchi a pelo o attrezzature similari in tutte le aree pubbliche del centro storico e delle isole.È inoltre vietato usare in piazza San Marco, in Piazzetta, sotto le Procuratie e nei luoghi interessati dalle manifestazioni programmate e autorizzate, apparecchi atti alla diffusione sonora o strumenti musicali che possono recare disturbo alle persone e alle medesime manifestazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carnevale 2014, niente petardi né sacchi a pelo nel centro storico

VeneziaToday è in caricamento