Cronaca

Caro Babbo Natale, cara Samantha nello spazio: i bambini della Bissuola scrivono

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Hanno scritto a Babbo Natale ma si sono ricordati anche di Samantha Cristoforetti. Anche alla prima astronauta italiana i bambini della scuola "Virgilio" della Bissuola a Mestre hanno indirizzato una letterina "per aiutarti a non sentirti più sola e per farti sapere che sulla Terra qualcuno ti segue". "Cara Samantha - le hanno scritto - tanti auguri da tutti noi! Fai un bel viaggio tu che puoi!" Ma è nelle tradizionali lettere a Babbo Natale che si ritrovano, accanto alle consuete richieste di regali, tanti buoni proponimenti: "ti chiediamo di migliorare il mondo, perché quando sentiamo che molte persone vengono uccise, quando la povertà colpisce le famiglie, a noi dispiace molto." Nelle lettere ci sono i grandi temi di attualità: epidemie, la povertà, la crisi, la mancanza di lavoro ma anche richieste fatte con spontaneità: "ti chiediamo una lavagna nuova per la nostra aula perché quella che abbiamo dondola come un dente che si sta per staccare ogni volta che scriviamo". La tradizione delle lettere a Babbo Natale si è dunque rinnovata con una grande festa nella scuola, dove duecento bambini e le insegnanti hanno accolto Poste Italiane e Lega Ambiente per un progetto che vuole avvicinare i bambini alle tematiche ambientali e alla crescita sostenibile. A presentare l'iniziativa i responsabili Nord Est di Poste Italiane Cosimo Andriolo e Fabio Cicuto che hanno ricordato che ogni anno Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini indirizzano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando una risposta personalizzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro Babbo Natale, cara Samantha nello spazio: i bambini della Bissuola scrivono

VeneziaToday è in caricamento