Cronaca

Scoperto a utilizzare delle carte di credito rubate a un cittadino svizzero: denunciato

Quasi tremila persone identificate, due denunciate nel Veneziano e un minorenne ritrovato

Continua il lavoro della polizia ferroviaria nel Veneziano: 2.919 identificati, 1 arrestato e 12 denunciati. Questo è il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Veneto, nella settimana appena trascorsa, in regione e in particolare nelle  stazioni di Padova, di Venezia-Mestre e Venezia Santa Lucia. Oltre 200 le pattuglie impegnate in stazione, 9 i per servizi antiborseggio e 39 i treni su cui sono stati svolti specifici servizi di vigilanza.

Gli interventi

Gli agenti della Polizia Giudiziaria Compartimentale, durante un servizio espletato in abiti civili nella stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un 44enne, resosi responsabile di ricettazione e uso indebito di carte di credito. L’uomo è stato colto in flagranza di reato, mentre cercava di utilizzare, presso gli sportelli delle biglietterie automatiche, delle carte di credito, risultate di proprietà di un cittadino svizzero, che ne aveva denunciato il furto. Sempre nella stazione di Venezia Santa Lucia, gli agenti hanno denunciato una 32enne, responsabile di un tentativo di furto a bordo di un convoglio diretto a Verona. La donna, già gravata da numerosi precedenti penali e destinataria di un divieto di ritorno nel Comune fino al 2022, a seguito di attività di indagine, è stata anche riconosciuta quale autrice di un furto avvenuto, nello stesso scalo lagunare, lo scorso 25 settembre. Nella stazione di Venezia-Mestre, gli agenti Polfer hanno rintracciato un minorenne, la cui scomparsa era stata denunciata dagli operatori della Comunità dalla quale il ragazzo si era allontanato, senza  dare più sue notizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto a utilizzare delle carte di credito rubate a un cittadino svizzero: denunciato

VeneziaToday è in caricamento