menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione "zero cartelle": l'Agenzia delle entrate stoppa 3.707 avvisi nel Veneziano

Per il periodo delle Feste le notifiche rimarranno ferme ai box, a parte un migliaio di casi inderogabili. A livello nazionale era previsto l'invio di 23mila atti. Partiranno più tardi

Un periodo natalizio più "leggero", anche se la notifica comunque non viene cancellata. E' stata rinnovata anche quest'anno l'operazione "zero cartelle" da parte dell'Agenzia dell'entrate. Le cartelle spesso foriere di notizie non positive rimarranno ferme ai box dal 23 dicembre al 7 gennaio 2018, quando in Veneto era previsto l'invio di circa 23mila atti. Tutti sono stati bloccati, ad eccezione di un migliaio di casi inderogabili che saranno comunque notificati, lo fa sapere la stessa agenzia in una nota, per la maggior parte via Pec, la posta elettronica certificata. 

Bloccate nel Veneziano 3.707 cartelle 

Il provvedimento, messo in atto dagli uffici dell’ente di riscossione su indicazione del presidente Ernesto Maria Ruffini, ha l’obiettivo di non creare disagi durante le festività natalizie. In tutto il Veneto durante le due settimane natalizia sarà sospesa la notifica di 22.230 atti, poco più di un migliaio quelli che dovranno essere inviati in maniera inderogabile. E' Verona la provincia in cui sono state stoppate più lettere e avvisi (4.484), poi vengono Padova (4.339), Treviso (3.962), Vicenza (3.802), Venezia (3.707), Rovigo (1.244) e infine Belluno (692). Il Veneto si piazza al quarto posto a livello nazionale, preceduto dalla Lombardia (32.248) e seguito dalla Toscana (19.566). A farla da padrone in questa poco invidiabile classifica è il Lazio con 71.988 atti sospesi, seguito dalla Campania (42.305).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento