menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa Ater occupata, incursione in un appartamento di Sacca Fisola

All'interno dell'abitazione, disabitata da dieci anni, sporcizia, marciume e siringhe: "Ora ua giovane coppia con un bambino avranno un tetto"

Sono tornati in azione. Per la ventinovesima volta in meno di tre mesi. Sono gli attivisti dell'Assemblea sociale per la casa, che mercoledì mattina hanno preso possesso di una casa dell'Ater abbandonata, a quanto dichiarano loro, da dieci anni.

All'interno le classiche scene di degrado: "Siringhe e sporcizia - spiegano gli attivisti - ormai una consuetudine per noi". Continua dunque la "missione" dell'associazione per garantire un tetto sotto cui dormire a chi a non ce l'ha. Nonostante immobili come quello di Sacca Fisola rimangano disabitati per lungo tempo. Stavolta a beneficiare dell'incursione sarà una giovane coppia con un bimbo di 13 mesi. Nell'appartamento, come testimoniano le foto pubblicate sui social network dagli attivisti, c'era molta sporcizia: materassi vecchi, rifiuti, muffa, marciume e, dettaglio preoccupante, anche siringhe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Mestre

    "Il Mummia" torna a Mestre e finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento