Salvi dal fisco i residenti delle case del Lusenzo a Sottomarina

Il 3 ottobre scorso approvato il disegno di legge in Senato, per la cessione ai privati delle aree demaniali nel Comune di Chioggia. Mercoledì l'assenso dei gruppi in sede legislativa, a giorni il via libera definitivo

Lusenzo, archivio

Salvi i residenti delle case lungo la laguna del Lusenzo a Sottomarina, che non dovranno più pagare le cartelle esattoriali arretrate, anche per centinaia di migliaia di euro. Manca solo il voto dell’aula. «È un grande giorno per Chioggia - dichiara Erika Baldin, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle – mercoledì è arrivato l'assenso dei gruppi alla discussione in sede legislativa, quindi nei prossimi giorni il provvedimento potrà essere approvato».

Le origini

Il problema risale agli anni '20 del secolo scorso. Nel dopoguerra del primo conflitto mondiale, il Magistrato alle Acque di Venezia propose ai cittadini di effettuare a proprie spese la bonifica e la costruzione dell'argine del canal Lusenzo con l'intesa che avrebbero ricevuto, in cambio dei lavori eseguiti, l'appezzamento di terreno imbonito. Purtroppo questo passaggio non è mai stato sancito negli anni da nessun atto formale, nonostante sulle aree siano stati poi costruiti degli immobili sui quali i cittadini hanno regolarmente pagato le imposte. 

Il Demanio

Il 3 ottobre scorso è stato approvato il disegno di legge in Senato, relativo alla cessione ai privati delle aree demaniali nel Comune di Chioggia. La legge attendeva l'approvazione della Camera dei deputati. «Un grande passo verso la risoluzione di un problema cronico, che coinvolge circa duecento famiglie del nostro territorio   – commentò il vicesindaco con delega al Demanio Marco Veronese – . Recepiti gli emendamenti per quanto riguarda le somme sui terreni (e non più sugli immobili) che i residenti dovranno versare al Comune, e che il Comune trasferirà poi al demanio: si tratta di un costo certamente più modico di quanto stava già cominciando a chiedere l'agenzia delle entrate». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La politica

Il disegno di legge del 14 marzo 2019 era stato presentato dalla senatrice Laura Bottici del Movimento 5 Stelle. Con l'approvazione termina l'incertezza e la preoccupazione di duecento famiglie, raggiunte dalle cartelle del fisco con importi di oltre 200 mila euro. La legge ha visto la sinergia di dieci senatori 5 Stelle, parlamentari del Pd, della Lega e di Forza Italia. «Un altro tassello importante è stato aggiunto in riferimento alle norme riguardanti il trasferimento al patrimonio disponibile, e la successiva cessione ai privati, di aree demaniali nel comune di Chioggia - il commento della deputata veneziana della Lega, Ketty Fogliani -. Si tratta di un provvedimento che va finalmente a porre rimedio a una situazione bloccata». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento