menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case sovraffollate a Jesolo, a decine stipati in pochi metri quadri

Raffica di controlli negli appartamenti del litorale: tanti stranieri in regola con i documenti di soggiorno ma non con le norme abitative urbane

Prosegue la lotta delle forze dell'ordine jesolane contro l'immigrazione clandestina e la vendita abusiva di merce contraffatta. Nel corso dei recenti controlli, proprio seguendo la scia dei prodotti falsificati, gli agenti del litorale hanno scoperto una serie di appartamenti sovraffollati, occupati in sprezzo delle norme igieniche e abitative.

I CONTROLLI – La prima delle abitazioni passate al setaccio si trova al civico 8 di via Ca' Cremona, all'interno sono state identificate sei persone, di nazionalità bengalese, tutte in regola con i documenti di soggiorno, ma secondo la legge in un appartamento così piccolo (44.49 metri quadrati) possono abitare al massimo tre persone. La seconda casa controllata si trova in via Largo Augustus, civico 21, ed è risultata occupata da otto persone, anche in questo caso di nazionalità bengalese, ancora tutte in regola con i permessi di soggiorno; ma in questo caso l'appartamento, di appena 26.98 metri quadrati, per legge può essere occupato da una sola persona. Stesso copione anche al civico 8 di via Aquileia, risultato occupato da ben dieci persone in appena 28,16 metri quadrati, anche qui di nazionalità bengalese e in regola; nel garage e ripostiglio dello stesso appartamento (31,24 metri quadrati e nessuna destinazione abitativa) sono state scoperte altre tre persone, della stessa nazionalità e ancora una volta in possesso del permesso di soggiorno. L'ultimo caso è stato scoperto in via Garcia Lorca, al numero 5, dove ben 11 persone di nazionalità cinese convivevano in uno spazio di 70 metri quadri (che per legge permette al massimo a cinque individui l'occupazione). In effetti sono state trovate solo cinque persone all'interno, quattro con permesso di soggiorno e una con la sola carta d'identità. Dopo qualche controllo di rito la donna in questione, 45 anni, è risultata clandestina e quindi accompagnata presso la sede del commissariato per i rilievi foto-dattiloscopici e le successive pratiche di espulsione.

DELITTO E CASTIGO – A segnalare le irregolarità, in molti dei casi riportati, sono stati i vicini o altri cittadini, che gli stessi vigili hanno ringraziato per la preziosa collaborazione. Per quanto riguarda invece le abitazioni sovraffollate, seguendo il regolamento di polizia urbana locatori e proprietari sono stati multati con una sanzione di 450 euro e con delle diffide a sgomberare entro tre giorni gli immobili dalle persone eccedenti. In caso di inadempienza si procederà allo sgombero coattivo degli appartamenti sovraffollati ed al sequestro amministrativo dei locali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento