Colpevole di bancarotta fraudolenta quasi dieci anni fa, trovato a Mestre: in carcere

Un sessantenne catturato dalla polizia in un albergo di via Orlanda, dove si trovava in ferie con il figlio. Fatti commessi in provincia di Varese. Lo aspettano tre anni di reclusione

Finiscono nel peggiore dei modi le vacanze per un 60enne di nazionalità cilena che, dopo la cattura, deve scontare una pena di tre anni di reclusione. È stato arrestato giovedì mattina dalle volanti della questura di Venezia: nei suoi confronti pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura di Milano il 29 settembre del 2016. I reati contestatigli, però, risalgono a molti anni prima.

B.S.G. è stato rintracciato nella notte tra gli ospiti di un hotel in via Orlanda, a Mestre, dove stava alloggiando insieme al figlio. L'uomo è stato raggiunto e, una volta avuta la certezza sulla sua identità, accompagnato in questura per le pratiche necessarie. I fatti che lo vedono protagnista risalgono al 2008: al tempo finì indagato per bancarotta fraudolenta a Somma Lombardo, in provincia di Varese, e successivamente fu condannato in via definitiva. Al termine delle procedure è stato condotto al carcere di Santa Maria Maggiore a Venezia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento