menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carcasse di cavalli morti tra gli animali vivi, azienda agricola sotto sequestro

Si tratta di un fondo di Chioggia. Cavalli, puledri e asini erano allevati in un ambiente insalubre, non a norma. Il blitz dei militari dopo numerose segnalazioni

Cavalli, puledri e asini in evidente stato di malnutrizione, rifiuti di varia natura e carcasse abbandonate senza il benché minimo rispetto delle norme igienico-sanitarie. Blitz dei carabinieri forestali nelle scorse settimane in un'azienda agricola di Chioggia, a seguito di numerose segnalazioni da parte dei residenti: in molti avevano denunciato la presenza, nell'aria, di un odore nauseabondo, percepibile anche da considerevole distanza. Da qui sono scattati i controlli, in collaborazione con l'Oipa di Venezia e il supporto specialistico dell'Ulss 3 Veterinaria.

41 tra cavalli e asini

Una volta giunti sul posto, i militari dell'Arma hanno subito rilevato la presenza di 41 equini - tra cavalli, puledri ed asini. Alcuni di questi versavano in evidente stato di malnutrizione, altri hanno manifestato chiare problematiche veterinarie. Nel complesso, tutti gli animali erano stabulati in un ambiente non idoneo a garantirne il benessere e in palese violazione delle linee guida ministeriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carcasse in stato di decomposizione

Ma al peggio, come si suol dire, non c'è mai fine. Nella stessa area dove erano allevati cavalli e asini, gli operatori hanno rinvenuto la macabra presenza di resti, nonché di carcasse in evidente stato di decomposizione di cinque equini, abbandonati senza alcun rispetto delle normative igienico-sanitarie di settore. Stante la situazione, i carabinieri hanno proceduto al sequestro preventivo di tutta l'azienda agricola, per un'area di circa 16mila metri quadrati. Per assicurare il benessere degli animali, le forze dell'ordine stanno monitorando l'adeguamento della struttura e la somministrazione delle cure necessarie, come previsto dalle prescrizioni dei veterinari dell'Ulss. In mancanza di provvedimenti, i cavalli saranno trasferiti presso associazioni e strutture di accoglienza.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento