Cronaca Castello / Campo San Provolo

Il cellulare "vola" in canale per un selfie, si improvvisa sub e se lo riprende FOTO

Un 28enne di Brooklyn giovedì al ponte San Provolo, con una muta improvvisata, ha raggiunto il suo costoso telefono. Regalo di laurea. Poi ha offerto un giro di spritz ai "tifosi"

Una muta da sub piuttosto improbabile per raggiungere quello smartphone che costituiva un prezioso regalo della laurea conseguita da poco. Fuori programma giovedì scorso in corrispondenza del campiello Meloni a San Polo, quando un 28enne di Brooklyn si è improvvisato sub per salvare il proprio costoso smartphone dopo che gli era scivolato in acqua. La maggior parte delle persone avrebbe desistito, disperandosi per quello che era successo. Lui no. Ha chiesto aiuto al personale del ristorante "La Rivetta", che si trova a due passi, e il cuoco del locale gli ha prestato una curiosa muta "fai da te". Giallo canarino.

Così equipaggiato, non poteva che esserci il lieto fine. Il giovane americano si è calato nel canale raggiungendo il fondo e recuperando il cellulare, prezioso regalo del padre. Se poi tornerà a funzionare solo in questi giorni lo si vedrà. Fatto sta che la scena ha attirato l'attenzione dei passanti, che hanno fatto di sicuro il tifo per il sommozzatore improvvisato. Tutto è partito per un selfie che lo statunitense voleva scattarsi con sullo sfondo la gondola. Si mette di spalle, alza lo smartphone ma quest'ultimo "vola" in acqua.

Scene che si sono viste più volte in laguna. Compreso l'intervento dei vigili del fuoco nei mesi scorsi per recuperare il prezioso anello di fidanzamento di una coppia di turisti finito in Canal Grande a due passi da Rialto. Anche in quel caso abbracci, baci e tanti sorrisi  (DETTAGLI). Nell'ultimo caso, invece, meno baci ma più spritz. Il turista americano, infatti, per festeggiare l'impresa e ringraziare cuochi, camerieri e il resto dei "supporters" ha deciso di offrire a tutti un giro. Un brindisi che certo nessuno dimenticherà mai, raccontando di quel curioso americano che se n'è tornato la sera stessa negli States con uno smartphone in "convalescenza" e un esempio di quanto i veneziani a volte possano rivelarsi ospitali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cellulare "vola" in canale per un selfie, si improvvisa sub e se lo riprende FOTO

VeneziaToday è in caricamento