Dalla cena con Alessandro Borghese 119mila euro per Venezia

L'iniziativa di Confindustria e Camera di Commercio si è svolta ieri alla Scuola Grande della Misericordia. Assegno consegnato nelle mani del sindaco Brugnaro

Grande successo per "Venezia!". L’evento, organizzato da Confindustria e Camera di Commercio di Venezia si è svolto ieri alla Scuola Grande della Misericordia. Una serata pensata per testimoniare la capacità di reazione degli abitanti, delle attività commerciali, artigianali e imprenditoriali di Venezia, che a un mese dalla marea straordinaria che ha colpito la città lagunare ha avuto la forza di rialzarsi. Ottimo esito della raccolta fondi organizzata dagli industriali per aiutare il territorio ad affrontare le devastazioni provocate dall’acqua alta. Ben 119.300 euro sono stati consegnati dal presidente di Confindustria Venezia Vincenzo Marinese insieme al Presidente di Confindustria Veneto Enrico Carraro e a chef Alessandro Borghese nelle mani del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

60 anni del Gruppo giovani imprenditori

Nel corso della serata è stato inoltre celebrato il 60° anniversario dalla fondazione del Gruppo giovani imprenditori, oggi presieduto da Manuela Galante, impegnato a diffondere la cultura d’impresa, a stimolare lo spirito associativo e la consapevolezza della funzione etico-sociale della libera iniziativa. L’evento è proseguito con il concerto del quartetto composto da elementi dell’Orchestra del Gran Teatro La Fenice.

Borghese ai fornelli

Alla solidarietà delle aziende si è unita quella di chef Alessandro Borghese. In prima linea per aiutare i colleghi ristoratori, ha coinvolto nella cena di gala benefica “Chef for Venice - La cucina ha un cuore grande” due nomi di primo piano nel panorama dell'alta cucina italiana: lo chef stellato Claudio Sadler e il noto maestro pasticcere padovano Lucca Cantarin. I tre hanno ideato un menu raffinato che ha visto come prima portata i garganelli con ragù di cotechino con lenticchie di Castelluccio, lattuga e curry a cura di Claudio Sadler, come seconda portata la guancia di vitello con purea di patate al burro acido e salsa al prezzemolo di chef Alessandro Borghese e un dessert creato dal maestro pasticciere Lucca Cantarin.

«Siamo orgogliosi di essere veneziani. - ha dichiarato Marinese - Venezia è una città importante, così come la sua grande area metropolitana, rappresentata in questa occasione da numerosi imprenditori e autorità. Ringrazio quanti hanno voluto contribuire alla nostra raccolta fondi». Gli ha fatto eco Carraro: «L’alluvione del 12 novembre scorso - ha affermato - ha messo in luce la delicatezza e la fragilità della "nostra" Venezia, ma anche la grande capacità dei veneziani di sapersi rimboccare le maniche per far fronte all’emergenza e al disastro. Oltre a questo, se mai ne avessimo avuto dubbio, l’attenzione e l’amore che il mondo nutre per questa città unica e meravigliosa».

«È stato naturale per me rispondere alla richiesta di aiuto di Venezia. - ha spiegato Borghese -  La cucina è amore e questa serata è stata una grande dimostrazione d'amore collettiva. Io, Claudio Sadler e Lucca Cantarin non possiamo che dire: grazie Venezia!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

  • Appartamento dello spaccio "vista piazza": 30enne in manette a Marghera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento