Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Centenario Marghera, Brugnaro: "Avanti i giovani". Cgil: "Neoassunti non pagati"

Le celebrazioni con l'intervento di personalità rappresentative del territorio al Capannone del Petrolchimico, lunedì: tra loro il primo cittadino, Luigi Brugnaro, le parti sociali, Filctem Cgil con Riccardo Colletti, Femca Cisl con Massimo Meneghetti e Uiltec Uil, con Cristian Tito. Il presidente dell'autorità portuale, Pino Musolino, intervenuto sul progetto del canale Vittorio Emanuele per il passaggio delle navi da crociera in laguna. "Il Duferco è pura follia, non interessa a nessuno, a parte all'ideatore che, comprensibilmente, è un imprenditore", spiega il sindaco.

 

"Mancano i giovani, i giovani devono credere in queste aree e devono investire qui perché ci sono grandi possibilità. La manifattura e l'industria sono tra gli interessi principali di questa amministrazione. Largo ai giovani. No ai gufi. Quelli del partito del 'No' che traggono la loro forza dal fatto di avere sempre qualcuno a cui contrapporsi. Dobbiamo lavorare assieme", dice Brugnaro.

"I 50 neoassunti alla Pilkington hanno già mensilità di stipendi non riscossi", racconta d'altro canto il segretario Filctem Cgil, Riccardo Colletti. E sulle grandi navi: "Se rispetto ai marginamenti si chiede alle aziende un arretramento di parecchi metri, non è detto che ciò corrisponda al loro benessere. Varie imprese hanno interessi logistici importanti sui corsi d'acqua interessati al passaggio delle grandi navi. Dobbiamo avere la certezza e le idee chiare sul fatto che gli interessi, tutti importanti, non entrino in conflitto tra loro". E su Porto Marghera, Colletti: "Molte volte abbiamo visto promesse d'investimenti su aree come l'ex Montefibre, con garanzie di creazione di centinaia di posti di lavoro, che ad oggi stiamo ancora aspettando". 

Incisivo l'intervento del presidente del Porto, Pino Musolino: "Sostengo il progetto del canale Vittorio Emanuele nel rispetto della legge. I bugiardi che stanno facendo la riunione in sala San Leonardo sono gli autori materiali dello sfascio della città e mi hanno definito nemico del popolo. Non siamo qui per celebrare il funerale di porto Marghera, ma per fare in modo di andare a festeggiare il bicentenario".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento