Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Cgil: "La violenza sulle donne è la sconfitta di tutti"

Il sindacato, prendendo atto della mancata approvazione in Consiglio Regionale della Proposta di Legge di iniziativa Popolare, ricorda la manifestazione del 25 novembre a difesa della donna

 

Violenza è un termine molto ampio e generico, molteplici possono essere le sue articolazioni e declinazioni. Anche interferire su scelte personali che hanno implicazioni etiche e sono quindi particolarmente soggette, è una forma di violenza La CGIL di Venezia non dimentica quanto successo in Regione Veneto il 19 luglio 2012. La CGIL di Venezia prendendo atto della mancata approvazione in Consiglio Regionale della Proposta di Legge di iniziativa Popolare che mira ad attaccare pesantemente la legge 194/78 sull’interruzione volontaria di gravidanza, esprime tutta la propria contrarietà sul nuovo testo approvato che, di fatto, legittima la presenza di movimenti per la vita all’interno dei consultori e nelle strutture socio sanitarie con la dichiarata finalità di non rendere applicabile una legge dello Stato.
 
 
E’ un enorme passo indietro su una questione di libertà di scelta che pensavamo, dopo trent’anni, ormai consolidata. Invece, ancora una volta si vuole mettere in difficoltà la donna, la sua dignità e il suo libero arbitrio in un momento tra i più difficile in cui essa si possa trovare quello cioè in cui si trova a dover decidere responsabilmente e liberamente sulla sua maternità. La CGIL di Venezia ritiene che, davanti a scelte di implicazione etica, il giudizio debba essere sospeso e la persona, nello specifico la donna, debba essere lasciata libera e consapevole nella sua scelta. La CGIL di Venezia crede fortemente in uno Stato laico che trova nel relativismo etico il suo fondamento e si attiverà affinché i contenuti del regolamento regionale siano rispettosi di quelli della legge 194 del 1978 e del suo valore e che quindi riconfermino la libertà del diritto all’autodeterminazione della donna.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil: "La violenza sulle donne è la sconfitta di tutti"

VeneziaToday è in caricamento