menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caselle perde il sorriso più bello, dolore in tutte le lingue per Chiara

La bacheca Facebook della 29enne morta a Londra si è riempita di saluti di amici da tutta Europa. Che sottolineano la sua allegria contagiosa

"I lost a true friend". "Te amo con todo mi corazòn". "Mi manchi". Il dolore in questo caso non ha confini. Messaggi di cordoglio in tutte le lingue hanno raggiunto la bacheca di Chiara Testolina, la 29enne originaria di Caselle di Santa Maria di Sala che, per cause ancora al vaglio delle autorità, ha perso la vita nella notte tra venerdì e sabato a Londra, città nella quale viveva da ottobre 2012 e dove pochi giorni prima della tragedia aveva appena conseguito un diploma per diventare manager di locali. Un passo importante cui teneva molto. Stando alle prime valutazioni delle autorità angolosassoni la ragazza sarebbe morta per cause naturali, ma in un simile dramma è difficile non vedere la mano di un destino beffardo.

Il motivo di tanto cordoglio è semplice e spiazzante al momento stesso: la giovane donna, che viveva in un appartamento nel quartiere di Chelsea, aveva la capacità di fare amicizia con tutti in pochi minuti. Le persone lo intuivano. Capivano di sentirsi subito accettate e che di fronte avevano una ragazza semplice ma dal sorriso contagioso. Con cui stare bene. Era questa la caratteristica principale di Chiara Testolina. Non a caso la stragrande maggioranza tra coloro che l'hanno voluta salutare sui social ha sottolineato il suo sorriso. Che non si spegneva mai. "Eri la ragazza più sorridente del mondo", oppure "porterò per sempre nel cuore il tuo sorriso", "ciao sorriso spensierato", "il tuo sorriso, la tua gioia di vivere, il tuo ottimismo rimarranno per sempre nella mia mente".

Un concetto espresso in inglese, tedesco, spagnolo. Le amicizie che la 29enne aveva intrecciato nella sua breve vita superavano confini e culture. Poco importava, del resto. Tutto si sarebbe superato con l'arma più potente: un sorriso. Un modo di guardare alla vita anche nei momenti più difficili che ha contribuito in queste ore ad amplificare il dolore di chi la conosceva, anche in maniera magari solo superficiale. Colpito per una tragedia che ha lasciato tristi tracce al di là e al di qua della Manica.

Il cordone ombelicale con l'Italia, del resto, Chiara Testolina non l'aveva mai reciso. L'ultima sua visita in occasione della Pasqua. Per salutare non solo i genitori, il fratello e la sorella, cui era legatissima, ma anche gli amici di una vita. Che hanno continuato a volerle bene anche sapendola lontana. Con la prospettiva, in futuro, magari di una sua conclusione dell'esperienza londinese e di un ritorno nella sua terra.. Ora l'ultimo viaggio. Un viaggio che fa piangere il cuore a chi le è stato sempre accanto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento