Perde il lavoro a 59 anni e finisce in strada: «Mi mancano 4 anni per la pensione»

La storia di un marito e padre di Portogruaro che dopo aver perso il posto di lavoro è finito a chiedere l'elemosina. Il suo appello: «Non mi sento vecchio, posso ancora lavorare»

Ritrovarsi senza lavoro è sempre drammatico, ma in alcune fasce d'età lo è ancora di più: parliamo di lavoratori con esperienza e quindi non più giovanissimi, che però non hanno ancora raggiunto i requisiti per la pensione. La situazione in cui si trova un uomo di 59 anni di Portogruaro che dopo aver perso il lavoro è finito a chiedere l'elemosina sotto i portici a Trieste: «Mi hanno detto che a 59 anni sono vecchio ma io mi sento ancora di poter lavorare».

Il 59enne, che gira con un cartello con la scritta: «Ho perso il lavoro un anno fa. Chiedo aiuto per favore. Grazie», ha una moglie ed un figlio a cui badare e un'esperienza di 17 anni nel settore metalmeccanico. Da gennaio gira in lungo e in largo il Veneto e il Friuli Venezia Giulia chiedendo l'elemosina. 

Perde il lavoro a 59 anni e finisce a chiedere l'elemosina

Undici mesi fa sono stato licenziato dopo ben 12 anni di lavoro – ha raccontato - Quando mi hanno detto che ero vecchio non potevo credere alle mie orecchie. Mi hanno detto che preferivano assumere apprendisti giovani dandogli cinque euro l'ora. Io mi sento ancora di poter lavorare, non mi sento vecchio.

Nell'ultimo anno l'uomo ha potuto fare soltanto dei lavori di breve durata, ma è disposto a svolgere qualsiasi mansione: è disponibile anche per tagliare l'erba dei giardini o a imbiancare le pareti.

Nel frattempo la moglie lavora come donna delle pulizie, ma sulle loro spalle pesa anche un mutuo da pagare: «Cerchiamo di tirare avanti, abbiamo anche un figlio di 11 anni che va in prima media. Lui non sa che chiedo l'elemosina. La famiglia è il mio punto di riferimento, cerco di campare e di andare avanti anche perché dobbiamo ancora finire di pagare il mutuo». In tutti questi mesi è si è spostato tra Gorizia, Udine, Pordenone, Belluno, Treviso, Padova, Vicenza e Mestre.

L'appello: «Chiedo soltanto un lavoro»

Il 59enne ha infine lanciato un semplice appello: “Non mi sento affatto vecchio per fare un lavoro. Facendo i conti, se non cambiano ulteriormente le leggi, dovrei andare in pensione tra qualche anno anche se non ho nessuna intenzione di aspettare tutti questi anni. Voglio cercare di trovare qualcosa prima, insomma, un lavoro che mi dia un po' di tranquillità. Adesso tiriamo avanti con fatica, giorno per giorno e non so veramente come andranno le cose in futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento