menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tempio Votivo del Lido

Tempio Votivo del Lido

Le chiese vuote saranno riutilizzate: potranno diventare biblioteche e ospitare eventi

Sono in tutto 10 le chiese chiuse censite dal Patriarcato per essere sfruttate in modo alternativo. Le prime saranno San Fantin e il Tempio Votivo. Ammesse le funzioni religiose

Chiese chiuse? Potrebbero riaprire e diventare biblioteche, sale di lettura o luoghi dove ospitare attività culturali. Come riportano i quotidiani locali, è questa la proposta avanzata da don Gianmatteo Caputo, delegato patriarcale per i Beni culturali, intervenuto nella giornata di giovedì all'assemblea dei comitati privati: oltre a parlare di restauri, ha colto l'occasione per sottolineare ancor di più quanto detto dal patriarca Francesco Moraglia sulle chiese inutilzzate e lasciate a se stesse.

Sono circa dieci le chiese sulle quali il Patriarcato sta facendo dei progetti di riutilizzo. Le prime saranno quella di San Fantin, che potrebbe essere riaperta già entro la fine del 2017 grazie anche ad un contributo regionale, e il Tempio Votivo del Lido, per il quale è già partita una ristrutturazione finanziata dal Comune. Tra gli altri luoghi di fede indiziati figurano le chiese San Beneto, della Maddalena, Sant'Aponal e dello Spirito Santo: il riutilizzo, come specificato da Caputo, non impedirà di poter svolgere, in determinate circostanze, anche delle funzioni religiose. Più difficile invece mettere a disposizione le chiese in disuso per accogliere famiglie di extracomunitari, "dal momento che la normativa non lo consente", come ha specificato Moraglia stesso. 

Sul piano fiscale, invece, Caputo ha voluto sottolineare come viga una normativa penalizzante per la Chiesa, legata all'impossibilità di fruire dell'Art Bonus, dal momento che gli edifici religiosi pur essendo pubblici sono considerati dallo stato italiano come proprietà privata. Di qui la volontà di arrivare a stipulare una convenzione con Comitati e Soprintendenze "per rendere più agevoli gli interventi di restauro nelle chiese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento