Corriere trovato con 20 chili di marijuana a Mestre. Smantellata una vasta rete di spaccio

Un arresto in laguna, altri fra Vicenza, Padova e il Friuli. Impegnate le squadre mobili di diverse città, che sono risalite lungo la catena dei rifornitori

La polizia è risalita dalla vendita al dettaglio ai rifornitori, individuando alcuni spacciatori con grossi quantitativi di droga a Mestre, Padova e Vicenza. La vasta operazione antidroga è partita nei mesi scorsi a Trieste, per approdare successivamente nei capoluoghi veneti: sulla terraferma veneziana un corriere 30enne di nazionalità nigeriana è stato bloccato dalla squadra mobile con un carico pesante, oltre 20 chili di marijuana. Per lui è scattato l'arresto.

Indagini partite da Trieste

Le indagini, condotte dalla procura triestina, erano state avviate a partire da un episodio di spaccio sulla strada: A.P., 32enne, era stato scoperto a vendere "maria" nei pressi dell'ospedale del capoluogo friulano. Ne sono seguiti approfondimenti investigativi da parte della polizia, che in un primo momento ha individuato la provenienza dello stupefacente a Udine: qui il 17 luglio è stato fermato un altro nigeriano, 25enne, rifornitore dell'altro, trovato in possesso di oltre un chilo della stessa sostanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vasto giro di marijuana

La risalita della "filiera" non è terminata lì: ricostruiti i contatti di quest'ultimo arrestato, è scattata una serie di importanti sequestri operati con il supporto delle squadre mobili delle città venete. Nel corso del mese di agosto, a Padova sono stati arrestati due nigeriani (un 23enne con 6 chili di marijana conservati in una valigia e un 24enne colto in flagrante con altri 6 chili); a Mestre un terzo spacciatore con 20 chili di sostanza e infine, la mattina del 22 agosto, un ultimo pusher 24enne a Vicenza, sempre nigeriano, che aveva con sé 11 chili di stupefacente. Secondo gli investigatori, la droga era destinata non solo alle "piazze" venete ma anche a quelle friulane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento