Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Via Calnova

Un ventiduenne arrestato con 6 chili e mezzo di marijuana: la nascondeva in ufficio

Lo hanno bloccato i carabinieri a San Donà di Piave. Con sé aveva anche molti soldi: circa 17 mila euro in totale

Il materiale sequestrato

Ufficialmente era agente di commercio, ma sottobanco aveva avviato una notevole attività di spaccio di droga leggera. I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile hanno portato alla luce in queste ore i traffici di un 22enne italiano residente a San Donà di Piave. Le prove schiaccianti a suo carico le hanno trovate in seguito a un controllo eseguito stamattina, poco dopo le 8: lo hanno fermato mentre stava per entrare nel suo ufficio in via Calnova, non distante dal centro, dopo che aveva prelevato dal bagagliaio della propria macchina un grosso sacco nero per immondizia.

Il giovane ha capito di essere nei guai e si è agitato. Ne aveva motivo: dentro il sacco c'erano sei buste, termosaldate e sottovuoto, con dentro un totale di sei chili e mezzo di marijuana, mentre in una tasca della giacca aveva due mazzette di denaro che in totale facevano 9.990 euro. Altri 7 mila euro in contanti li teneva dentro l'ufficio, assieme ad altri due etti di marijuana e uno di hashish. Inoltre, bilance elettroniche di precisione e materiale vario per il confezionamento. Nulla, invece, nella sua abitazione.

I carabinieri gli hanno sequestrato tutta la sostanza illegale, il denaro e dei cellulari. Il ragazzo, accusato di traffico e detenzione di droga con l'aggravante dell'ingente quantità, è stato portato in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ventiduenne arrestato con 6 chili e mezzo di marijuana: la nascondeva in ufficio

VeneziaToday è in caricamento