menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mistero a Oriago: chiodi a 3 punte gettati sulla strada contro gli automobilisti

Il gesto è dubbio. Con ogni probabilità si tratterebbe dei "resti" di un recente inseguimento delle forze dell'ordine contro dei ladri. Ma potrebbe trattarsi anche di una ripicca

La vicenda, oltre che misteriosa, è stata pure molto pericolosa. Perché quei chiodi a tre punte non sono finiti su quella strada per caso. E avrebbero potuto causare danni ben più gravi di una semplice foratura. E' accaduto nelle prime ore della mattinata di giovedì in via Rugoletto, nel territorio di Oriago di Mira. Si tratta di una strada riservata ai soli residenti che però viene attraversata spesso e sovente da "furbetti" che in questo modo risparmiano tempo. Bypassano la strada provinciale 81 (ossia la camionabile), in barba alle ordinanze comunali. 

Verso le 7 di mattina un cittadino che stava transitando con l'auto si è dovuto fermare per almeno uno pneumatico a terra. Una volta sceso dall'auto ha controllato cosa fosse accaduto e si è accorto di essere rimasto vittima di un gesto intenzionale. La ruota era stata bucata da un chiodo a tre punte, di quelli utilizzati dai delinquenti quando sono nel pieno di un inseguimento con le forze dell'ordine. Si tratta di due chiodi curvi saldati tra loro. Diventano pericolosissimi, e per fortuna che lo sfortunato automobilista non andava ad andature troppo veloci. E' stato lui poi a raccogliere i tre chiodi trovati sull'asfalto e a portarli al comando della polizia locale di Mira, che ora sta effettuando accertamenti.

Perché quei chiodi sono finiti lì? L'ipotesi più accreditata è che siano il "lascito" di un recente inseguimento tra "guardie e ladri" che ha coinvolto anche via Rugoletto (DETTAGLI). In quel caso i delinquenti avevano deciso di gettare questi ostacoli sulla strada. Un'altra alternativa è che qualche residente abbia tentato di farla pagare a qualche automobilista in transito. Qualche "non residente" che si fa beffe dell'ordinanza comunale. Impossibile escludere anche qualche rivalsa nei confronti di chi ha subìto gli effettivi danni (ma pare non avesse mai ricevuto minacce o non avesse mai avuto problemi di questo tipo). Le indagini continuano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento