menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chioggia, picchiato "nonno vigile": denunciato 37enne ubriaco

L'aggressore, originario della provincia di Bari ma residente a Chioggia da anni ha svariati precedenti di polizia in materia di reati contro la persona, il patrimonio e in ambito sessuale. Denunciato

Erano circa le 13.10 di giovedì scorso, quando alla sala operativa del commissariato di Chioggia è giunta la segnalazione che in via Strada Madonna Marina, all’altezza dell’istituto scolastico “Nicolò De Conti”, un uomo stava picchiando un anziano. Sul posto si è recata immediatamente una pattuglia in servizio di controllo del territorio che, sopraggiunta dopo pochi minuti, individuava subito i soggetti protagonisti dell’episodio, ovvero  l’aggressore, un uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica (il quale riferiva  anche frasi sconnesse) e, poco distante, la vittima: un anziano signore del ’48. 


Quest’ultimo, con indosso una pettorina arancione e in mano una paletta di segnalazione era in realtà un “nonno vigile”, ovvero la figura di pubblica utilità  che ogni giorno aiuta i bambini all’ingresso ed all’uscita di scuola ad attraversare la strada.  E proprio per far attraversare la strada ad alcuni scolari il “nonno”  ha chiesto ad A.V. di 37 anni di Chioggia, di fermarsi mentre era a bordo della propria autovettura. L’uomo però non ha preso di buon grado l’invito rivoltogli dall’anziano signore ed ha iniziato a insultarlo, apostrofandolo con frasi ingiuriose per poi giungere anche a colpirlo con calci sul tutto il corpo 


L’aggressore, originario della provincia di Bari ma residente a Chioggia da anni (e con svariati precedenti di polizia in materia di reati contro la persona, il patrimonio e in ambito sessuale), è stato identificato e contestualmente denunciato per il reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale per avere picchiato  il nonno vigile, in quel momento incaricato di svolgere un pubblico servizio. Lo stesso è stato altresì denunciato per avere portato, senza giustificato motivo, fuori dalla propria abitazione, un coltello multiuso a serramanico e sanzionato amministrativamente per ubriachezza.
Al “nonno vigile” sono stati diagnosticati 7 giorni di prognosi presso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Zaia: «Da venerdì c'è il rischio per il Veneto di passare in zona arancione»

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm: che cosa cambia fino a Pasqua

  • Politica

    Musei civici, giovedì riapre l'area marciana. Scontro in Commissione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento