menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
polizia postale (archivio)

polizia postale (archivio)

La truffa corre veloce su internet: nei guai 37enne per false vendite online

Ad A.P., sedicente avvocato chioggiotto, vengono contestati raggiri per oltre centomila euro. Nella sua abitazione sequestrati 94mila euro in contanti. Il denunciato agiva con cinque siti

Con false identità ricercava online intermediari nella vendita di prodotti tecnologici, incassando il denaro per poi sparire. È di oltre 100mila euro su tutto il territorio nazionale il danno economico stimato dalla polizia postale di Aosta, coordinata dalla Procura della città valdostana, che ha denunciato per truffa un disoccupato, sedicente avvocato, A.P., di 37 anni, residente a Chioggia. A casa gli sono stati sequestrati 94 mila euro in contanti, pc e telefoni.

Agiva tramite almeno cinque falsi siti e con i suoi collaboratori truffati comunicava con svariate simcard. Per ricevere i pagamenti aveva anche aperto un conto corrente bancario, sul quale gli sono stati sequestrati 3mila euro.

I compartimenti di polizia postale di Torino e Venezia, che indagavano per truffe con lo stesso "modus operandi", sono riusciti a ricondurre al 37enne raggiri denunciati in tutta Italia. Attraverso alcuni siti web proponeva contratti di "dropship" con i quali i truffati si impegnavano a vendere prodotti online in cambio di una percentuale, che non veniva mai loro corrisposta. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento