menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta dei fiori in cimitero al marito, ma la tomba è scomparsa

La salma era stata esumata da giorni a Chirignago ma la donna sostiene di non essere stata avvisata della procedura. Da Veritas confermano la correttezza dell'iter, inghippi forse nell'invio dei telegrammi

Si era recata, come era solita fare, a trovare il marito in cimitero a Chirignago quando improvvisamente si è accorta che la tomba non c’era più. Come riporta Il Gazzettino è quanto accaduto ad una 70enne che da 22 anni andava a pregare sulla sua tomba.

ESTUMULAZIONI AL CIMITERO DI SAN MICHELE


LA SCOPERTA SHOCK. Improvvisamente la scoperta: la donna, per una serie di circostanze, tra cui motivi di salute, non andava al cimitero da diverso tempo ma, una volta tornata il 1 novembre, l’amara scoperta. Veritas, che gestisce anche i servizi cimiteriali, conferma di aver avvisato i diretti interessati delle esumazioni effettuate nel mese di settembre con l’affissione di volantini proprio all’ingresso del cimitero e con l’invio di telegrammi. Ma la donna, invece, sostiene di non essere stata avvertita della procedura. Dopo un’attenta valutazione pare proprio che il telegramma, per motivi ancora da accertare, non sia mai arrivato a destinazione ma dalla azienda fanno sapere che non sarebbe stato possibile in altro modo avvisare la vedova. La salma, comunque, è rimasta a disposizione dei familiari che ora l’hanno trasferita a Salzano, dove risiede uno dei due figli della donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento