Chiuso sette giorni il bar del pestaggio di Jesolo

La decisione del questore sulla base delle indagini dei carabinieri. «Un provvedimento che prescinde da responsabilità diretta o indiretta»

Sette giorni di sospensione per il bar Comida di Jesolo, teatro lo scorso 2 luglio del violento pestaggio ai danni di un 38enne tunisino. Il provvedimento è stato notificato ieri pomeriggio al proprietario del locale nei pressi di piazza Milano dai carabinieri, su provvedimento emesso dal questore e in base alle indagini dei militari della compagnia di San Donà di Piave. Il decreto, come specificato dalle forze dell'ordine, «prescinde da qualsiasi valutazione in ordine alla responsabilità, diretta o indiretta, del gestore dell’esercizio pubblico rispetto ai fatti posti a base dello stesso bensì è finalizzato ad evitare il protrarsi di una situazione di pericolosità per l’ordine e la sicurezza pubblica».

Vittima ancora in prognosi riservata

Intanto la vittima rimane ricoverata all'ospedale dell'Angelo di Mestre in prognosi riservata e con un quadro clinico stabile ma preoccupante. L'uomo era stato picchiato a sangue, preso a calci e pugni da un gruppo di ragazzi anche quando era ormai svenuto a terra. Per salvargli la vita, i medici poche ore dopo l'episodio avevano sottoposto l'uomo ad un intervento chirurgico molto delicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento