Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Musile di Piave / Via Salvo D'Acquisto

I carabinieri chiudono un centro massaggi a Musile

Era operativo nonostante il divieto del Dpcm del 3 novembre. Multato il proprietario

Un centro massaggi è stato chiuso a Musile di Piave nel corso dei controlli relativi al rispetto delle norme anti Covid imposte dal Dpcm del 3 novembre: i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di San Donà l'hanno visitato sabato, riscontrando che il negozio era aperto nonostante questo tipo di attività (centro benessere) sia tra quelli sospesi dal decreto governativo, assieme a palestre e piscine.

All’interno del centro, che si trova in via Salvo d’Acquisto, era presente una donna di nazionalità cinese di 42 anni, ufficialmente residente a Milano e domiciliata a Musile. Il titolare dell’esercizio, invece, è risultato essere un 58enne cinese di Carpi (Modena): i carabinieri gli hanno contestato una sanzione amministrativa per la violazione (tra 280 e 400 euro) e hanno disposto l’immediata chiusura dell’attività, dandone comunicazione alla prefettura. Ulteriori indagini saranno svolte sulla regolarità del rapporto di lavoro della donna trovata nell'esercizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri chiudono un centro massaggi a Musile

VeneziaToday è in caricamento