menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiuso per 30 giorni il Night and Day di Noale: "Presenza di pregiudicati e alcol ai minori"

Decreto del questore di Venezia notificato giovedì. Controlli dei carabinieri: "Un ragazzo di 16 anni ha prenotato un tavolo e, con gli amici, ha consumato alcolici per 264 euro"

"Frequentazione assidua da parte di soggetti con precedenti penali e pregiudizi di polizia, di maggiorenni che si danno all’uso smodato di bevande alcoliche, di minorenni che, seppur espressamente vietato, consumano tali bevande, sia all’interno del locale che nelle sue pertinenze". Tanto che "non di rado la situazione è sfociata in violente liti e aggressioni con lesioni tali da determinare l’intervento del 118". È quanto riportato dal questore di Venezia a motivazione del decreto di sospensione dell'attività per 30 giorni per la discoteca Night & Day di Noale, notificato giovedì al titolare da parte dei carabinieri della compagnia di Mestre.

Controlli dei carabinieri negli ultimi 2 anni

La decisione arriva in seguito ai controlli operati dai carabinieri di Noale, Mira, Mirano e Mestre nel corso degli ultimi due anni. "L’ultimo grave episodio - spiega la questura in un comunicato - si è verificato in occasione della festa di Halloween, quando i militari sono intervenuti all’ospedale su richiesta dei sanitari" per la presenza di "otto giovani ricoverati a seguito di intossicazione alcolica dopo aver trascorso la serata nel locale".  Tra questi tre giovani di 16 anni. "Due persone, accolte al pronto soccorso in codice rosso - continua la nota - avevano riportato ferite l’uno a seguito di un'aggressione all’interno del locale, l’atra perché aveva battuto la testa al suolo a causa della forte ubriachezza".

"Un ragazzo ha consumato alcol per 264 euro"

I carabinieri hanno verificato la "facilità con la quale i minorenni avevano accesso al locale e alle consumazioni di alcolici e super-alcoolici, alcuni dei quali serviti direttamente al tavolo dai camerieri". "Un ragazzo di 16 anni - raccontano - ha prenotato un tavolo e, con i suoi amici, ha consumato alcol per 264 euro". Viene evidenziata la "evidente lacunosità dei controlli del servizio di sicurezza interna, che non ha adempiuto ai propri obblighi con segnalazioni o richieste di intervento alle forze dell’ordine. Anche in quest’ultimo episodio la notizia è stata appresa da fonti diverse dai servizi di controllo interno al locale". Non è la prima chiusura disposta dal questore a carico dei gestori della discoteca; analogo provvedimento era stato adottato già nel marzo del 2014 con sospensione per 30 giorni. "Al provvedimento di sospensione dell’attività potrebbe seguire la revoca della licenza se dovessero ripetersi episodi analoghi a quelli che hanno motivato l’emanazione del decreto", conclude la questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento