rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Santa Croce / Fondamenta Riva di Biasio

Edificio storico in zona San Biagio murato, sbandati tra feci e degrado

Lunedì carabinieri e personale del demanio (proprietario dell'immobile) dopo le segnalazioni dei residenti sono intervenuti. Denunciato 49enne

Una situazione di degrado estremo. Tra feci e urina, sporcizia e spazzatura. Il tutto in un edificio di proprietà del demanio in centro storico. I carabinieri della stazione di Castello nel tardo pomeriggio di lunedì, assieme a personale del demanio stesso, hanno controllato un immobile nella zona della chiesa di San Biagio.

Negli ultimi tempi erano arrivate molte segnalazioni da parte dei residenti che lamentavano il degrado in cui l'interno dell'edificio era precipitato, diventando un rifugio per sbandati e senzatetto e probabile ricettacolo di attività poco lecite, come lo spaccio di droga. Una volta che i tre militari della stazione si sono "avventurati" all'interno, hanno trovato un 49enne di nazionalità marocchina disteso su un materasso. Accompagnato in caserma, è stato denunciato per invasione di terreni o edifici.

Tutt'intorno a lui c'erano alcuni vestiti e forti indizi che il "ricovero", su cui tra l'altro ci sarebbe un vincolo storico artistico della Soprintendenza, era sfruttato anche da altre persone. Dopo l'intervento delle forze dell'ordine l'ingresso è stato murato. L'immobile si trova a poca distanza dal palasport dell'Arsenale, frequentato da molti ragazzi per le loro attività, e vicino a una mensa gestita dalla Caritas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edificio storico in zona San Biagio murato, sbandati tra feci e degrado

VeneziaToday è in caricamento