Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Scontrini non emessi, chiusura di una decina di locali sul litorale

Serrande abbassate per bar, ristoranti ed esercizi tra Jesolo e Cavallino. Si tratta delle pene derivanti da controlli della Finanza di alcuni mesi fa

"Strage" di locali sul litorale veneziano. La guardia di finanza, come riporta La Nuova Venezia, negli ultimi tempi ha rilevato diverse mancate erogazioni degli scontrini fiscali tra Jesolo e Cavallino-Treporti. Sarebbero una decina i casi finiti sotto la lente d'ingrandimento dell'Agenzia delle Entrate, che ora sta passando alla fase delle sanzioni. Pene che possono anche prevedere (sempre nel caso in cui non si riscontri una recidività) anche la chiusura di tre giorni dell'attività. Alcune nei prossimi giorni, altre a data da destinarsi. Naturalmente le pene si appesantiscono nel caso in cui l'esercente fosse stato colto in fallo più volte negli ultimi cinque anni.

Chiusure e multe si preannunciano sia per bar, locali e ristoranti nella zona del Cavallino, anche in piazzetta della Libertà, sia a Jesolo. Si tratta del risultato di una serie di controlli condotti dalla guardia di finanza nei mesi scorsi, la cui doumentazione è poi finita sulle scrivanie degli uomini dell'Agenzia delle Entrate. Che ora battono cassa. Durante una stagione turistica che per il litorale in generale già di per sé stenta a decollare.

Martedì mattina, dunque, alcuni passanti si sono chiesti il motivo per cui di punto in bianco si sono imbattuti in locali con le serrande abbassate. Con ogni probabilità, in gran parte, il "peccato originale" risale a qualche mese fa. Critiche dall'Ascom, che punta il dito contro una sanzione ("ma la legge va sempre rispettata") a suo dire spropositata rispetto a un'evasione di pochi euro derivata da un'unica mancata emissione di scontrini in cinque anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontrini non emessi, chiusura di una decina di locali sul litorale

VeneziaToday è in caricamento