menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un decreto di sequestro (archivio)

Un decreto di sequestro (archivio)

Disagi e troppo rumore, vincono i residenti: sigilli a un pub di Arino

Venerdì sera i carabinieri di Dolo si sono presentati al locale con un decreto di sequestro preventivo per disturbo della quiete pubblica

Era da tempo che i residenti di Arino di Dolo combattevano la loro personale battaglia contro, secondo loro, i disagi che provocava una birreria di via Cazzaghetto, proprio sulla strada principale del paese. Dopo raccolte firme, proteste e richieste di intervento a carabinieri e polizia (e qualche polemica dopo un concerto di una band padovana conclusosi nella caserma dei carabinieri della locale tenenza) i militari dell'Arma venerdì sera sono intervenuti ponendo i sigilli al locale, la cui nuova gestione era stata inaugurata da un anno e mezzo circa.

Il giudice per le indagini preliminari, prendendo in esame tutta la documentazione presentata da residenti e pubblico ministero, ha infatti deciso di firmare un decreto di sequestro preventivo per disturbo della quiete pubblica. La serata, quindi, venerdì è finita sul più bello. Con gli avventori (il locale è molto conosciuto e sempre pieno di giovani nel weekend) costretti a uscire mentre i carabinieri ponevano i sigilli. La chiusura durerà finché il giudice non riterrà che la situazione sia tornata nei canoni della normalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento