rotate-mobile
Cronaca Campagna Lupia

Ciclista ignora il semaforo rosso Sei punti e 336 euro di multa

Un uomo di Camponogara ha tirato dritto ad un incrocio sulla strada che collega Prozzolo e Campagna Lupia, dietro di lui c'erano i Carabinieri

Il codice della strada è uguale per tutti, anche per i ciclisti. E' quello che hanno spiegato i Carabinieri ad un uomo di Camponogara che lo scorso giugno era stato fermato per aver tirato dritto ad un incrocio nonostante il semaforo rosso. Il ragazzo si era rivolto al Prefetto, la risposta è arrivata in questi giorni: sui pedali o al volante poco cambia, la sanzione è di 336 euro più la sottrazione di sei punti della patente.

Come riporta Il Gazzettino, l'uomo stava percorrendo la strada che collega Campagna Lupia con Prozzolo quando ha deciso di spingere sui pedali nonostante il semaforo arancione, poi diventato rosso. Pochi metri più in dietro, però, ferma al semaforo c'era una gazzella dei Carabinieri. Inseguito e subito raggiungo, il ciclista è stato fermato ed identificato.

L'uomo si è visto di notificare la sanzione da 78 euro ma ha deciso di impugnarla di fronte al Prefetto. Una scelta sbagliata. Il prefetto non solo ha confermato la contravvenzione ma ha deciso di aumentarla nettamente: 324 euro oltre 12,20 di notifica, per un totale di 336,20 euro. Ora l'uomo dovrà pagare, oppure decidere di rivolgersi al Giudice di Pace.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista ignora il semaforo rosso Sei punti e 336 euro di multa

VeneziaToday è in caricamento