rotate-mobile
Cronaca Chioggia

Non c'è più spazio nel cimitero di Sottomarina, salme nei magazzini

Esplode la polemica sulla gestione del camposanto, affidato ad una cooperativa che dal 2013 non avrebbe effettuato le esumazioni previste

Neppure i morti riposano in pace a Sottomarina: nel cimitero locale è infatti in corso una vera e propria battaglia dagli importanti risvolti politici. Come racconta il Gazzettino, infatti, in questi giorni si susseguono gli episodi di mala gestione del camposanto della frazione chioggiotta, arrivati al culmine quando in più di un'occasione i corpi dei defunti sono stati “parcheggiati” all'interno di magazzini per mancanza di posti, e in molti puntano il dito contro il sindaco.

SENZA SPAZIO – Sono numerosi, infatti, i consiglieri comunali che dalle pagine dei quotidiani si scagliano contro il primo cittadino Giuseppe Casson, e le critiche arrivano tanto da uno schieramento quanto dall'altro, con Lega e Sel fianco a fianco nella polemica. L'amministrazione cittadina viene accusata di non essere in grado di garantire nemmeno i servizi più scontati, ed in effetti qualcosa di storto dev'essere capitato nella gestione del cimitero. Il camposanto è stato affidato ad una nota cooperativa locale, che si occupa di tutti i cimiteri di Chioggia, ma pare che a Sottomarina da maggio 2013 fino a gennaio 2014, per motivi da appurare, non abbia provveduto alle esumazioni previste dalla legge. Ecco quindi che per i “nuovi arrivati” manca lo spazio e, nell'imbarazzo e nel disagio dei parenti in lutto, capita persino che le salme vengano “rimandate indietro” dopo la funzione funebre perché mancano i sepolcri liberi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è più spazio nel cimitero di Sottomarina, salme nei magazzini

VeneziaToday è in caricamento