menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piero Bortoluzzi

Piero Bortoluzzi

Città metropolitana di Venezia, si chiede una commissione speciale

Il consigliere provinciale Piero Bortoluzzi spinge per nuovi passi avanti sul progetto che intende unire le province di Venezia, Treviso e Padova

Il consigliere provinciale Piero Bortoluzzi (Fratelli d’Italia) ha depositato martedì una mozione che chiede al Consiglio la tempestiva istituzione “nelle commissioni provinciali competenti della procedura prevista dall’art. 26 del regolamento provinciale per l’attivazione di una commissione speciale dedicata all’approfondimento della questione Città metropolitana di Venezia”. La proposta era già stata annunciata da Bortoluzzi a conclusione dei lavori della prima commissione provinciale (affari istituzionali e generali) presieduta dal consigliere Beniamino Boscolo Capon (Pdl).

La commissione aveva all’ordine del giorno l’aggiornamento, a cura dalla direzione generale dell’ente, circa il percorso normativo sul riordino o abolizione delle Provincie, e istituzione delle città metropolitane, fino all’esito – ai primi di luglio - della pronuncia della corte costituzionale a favore delle province, e al disegno di legge presentato dal governo lo scorso 5 luglio per la modifica del testo costituzionale, con le province e le città metropolitane trasformate in enti di secondo livello, quindi non ad elezione diretta.

Nel testo della mozione si legge che “appare ora più che mai importante che in questo suo ultimo anno di vita il Consiglio provinciale di Venezia svolga al meglio le sue funzioni di ente di coordinamento di area vasta, contribuendo concretamente a formulare suggerimenti utili a rispondere al meglio alle future necessità del territorio che attualmente amministra, affrontando la questione Città metropolitana in modo strutturato, per poter poi dare opportune indicazioni agli organi dello Stato competenti per la miglior redazione possibile della futura legge di definizione delle funzioni, delle modalità di finanziamento e dell’ordinamento delle aree metropolitane, prefigurando suggerimenti in merito a governance, sistema elettorale, perimetrazione, e competenze del possibile futuro ente di governo dell’area metropolitana di Venezia”.

Piero Bortoluzzi durante lo svolgimento della prima commissione aveva dichiarato: “Il lavoro che siamo chiamati a svolgere può avvenire in sinergia con la commissione Città metropolitana del Comune di Venezia, e anche attraverso la collaborazione e il confronto con gli altri comuni del territorio e con le altre province vicine, in primis le Province di Treviso e di Padova”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm: che cosa cambia fino a Pasqua

  • Politica

    Musei civici, giovedì riapre l'area marciana. Scontro in Commissione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento