Via alla seconda fase dei lavori alla Cittadella della giustizia. Pronta la nuova sede degli avvocati

Il secondo lotto permetterà di accorpare in un’unica sede tutti gli uffici giudiziari di Venezia. Cantieri fino a marzo 2022

Con la partenza dei lavori di riqualificazione del secondo lotto dell'ex Manifattura Tabacchi si avvia a Venezia il completamento della Cittadella della giustizia di piazzale Roma. I cantieri, inaugurati stamattina, comprendono quattro edifici su cui saranno effettuate opere di restauro e risanamento. È la prosecuzione di un progetto più vasto (il primo lotto era stato concluso nel 2013) che, alla fine, accorperà tutti gli edifici giudiziari di Venezia in una unica sede. I lavori appena avviati dovrebbero terminare a marzo 2022, per una durata di circa 20 mesi.

Cittadella della giustizia

La parte esterna resterà inalterata e i lavori riguarderanno principalmente la ridefinizione degli interni partendo dal nucleo, ovvero il tribunale civile. Al piano terra ci saranno le cancellerie, mentre gli uffici amministrativi e altre cancellerie andranno al primo piano, insieme alle aule di udienza. Gli uffici dei magistrati avranno sede al secondo piano, mentre l’archivio generale occuperà il piano terra nell’edificio 15. Il progetto ha un valore di 18 milioni e 273mila euro, finanziati da un contributo dello Stato con il "bando periferie", dal ministero della Giustizia con un cofinanziamento di 4,6 milioni e dal Comune di Venezia tramite fondi della Legge speciale.

Sede dell'Ordine degli avvocati

In coincidenza con l'apertura del cantiere si è tenuta l'inaugurazione della nuova sede dell'Ordine degli avvocati di Venezia, sempre nello stesso complesso. I locali, situati in fondamenta de la Fabbrica dei tabacchi, erano stati assegnati in concessione dalla giunta nel maggio 2018 con l'impegno, da parte del foro veneziano, di realizzare a proprie spese i lavori di adeguamento e messa a norma, per una spesa di quasi 212mila euro. La nuova sede comprende una sala riunioni, una sala del consiglio da 21 posti (che diventano 12 in caso di necessità di garantire il distanziamento sociale), un auditorium che può accogliere fino a 90 persone (54 con il distanziamento sociale) e uno spazio per la segreteria.

Il presidente dell'Ordine veneziano, Giuseppe Sacco, ha spiegato che si tratta di «uno spazio fondamentale per la formazione dei colleghi che sarà messo a disposizione di tutti gli operatori della giustizia per quanto possa esser di loro supporto. Riteniamo che la nostra sede sia un necessario elemento di aggregazione all'interno della cittadella della Giustizia». Il legale ha concluso: «Siamo 2500 colleghi, tra avvocati e praticanti: questa nuova sede ci consente di abbattere le difficoltà logistiche, agevolando tutti grazie alla vicinanza con il tribunale. In questo modo si offrirà una maggiore sinergia tra le varie componenti del mondo della giustizia, con una fattiva quanto opportuna integrazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

sala1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento