Cronaca Lido

Denuncia il barbiere come evasore, minacciato e insultato per strada

Incredibile storia al Lido, dove un cittadino ha fatto presente alla guardia di finanza che un esercente da anni ha fornito prestazioni in nero. Chissà come, però, la nota si è venuta a sapere

Fa quello che un cittadino onesto dovrebbe sempre fare: denuncia alla guardia di finanza un presunto "furbetto" dello scontrino, un barbiere del Lido che ripetutamente avrebbe evitato di consegnare la ricevuta fiscale al proprio cliente. Ora, però, per un'inspiegabile e altrettanto grave fuga di notizie, questo cittadino "corretto" si deve sentire fisicamente in pericolo. Il cliente, infatti, è stato preso di mira dall'esercente, venuto a sapere chissà come della denuncia presentata alle Fiamme Gialle. Una volta individuato per strada, il denunciante è stato minacciato e offeso davanti ai passanti dal barbiere, essendo invitato a non farsi più vedere in giro.


Va ricordato che comunque chiedere lo scontrino è un diritto di ogni cliente, che a sua volta fa il proprio dovere nel denunciare qualche "furbetto" che in questo modo nasconde parte dei propri incassi. Il barbiere in questione avrebbe fornito più volte prestazioni "in nero". Da anni. E tra una chiacchiera e l'altra si sarebbe spesso lamentato del governo e della pressione fiscale troppo alta. Salvo poi decidere di evadere le tasse. Incredibile, però, che chi fa il proprio dovere ora debba temere per la propria incolumità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia il barbiere come evasore, minacciato e insultato per strada

VeneziaToday è in caricamento