Strani rumori tra i cassoni a Fusina, la Finanza sorprende 15 clandestini in un container

Afghani e pakistani, erano partiti dalla Grecia, sfidando le temperature gelide. I maggiorenni sono stati rimpatriati, mentre i minori assegnati a strutture d'accoglienza in provincia

Dalla Grecia con destinazione la laguna. Come riporta il Gazzettino, a scoprire 15 clandestini chiusi all'interno di un container al porto commerciale di Fusina è stata la guardia di finanza, di pattuglia in zona mercoledì scorso. Sono stati nella fattispecie gli strani rumori fra i cassoni a insospettire i baschi verdi, che dopo i controlli del caso hanno scoperto gli stranieri giunti a destinazione nel loro viaggio della speranza, dopo un tragitto reso anche più complicato dal freddo gelido degli ultimi giorni.

Quindici in tutto

Giovani tra i 16 e i 30 anni, quindici in tutto, per l'appunto. I militari hanno immediatamente lanciato la segnalazione al 113, per l'avvio delle procedure previste in caso di immigrazione clandestina. La polizia di frontiera, sul posto, ha identificato i clandestini, cittadini afghani e pakistani, a cui è stato anche offerto del cibo. Dopo le verifiche del caso, tutti i maggiorenni sono stati rispediti a Patrasso col primo traghetto in partenza, secondo quanto prevede la normativa vigente. Diversa la sorte per i clandestini minorenni, quattro in tutto, accompagnati in strutture d'accoglienza sparse nel territorio, alla pari di un richiedente asilo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento