menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anche i giovani della Rete Studenti Medi impegnati a pulire Venezia (Facebook)

Anche i giovani della Rete Studenti Medi impegnati a pulire Venezia (Facebook)

Veneziani uniti per pulire la città, la laguna accudita da chi la ama

Domenica un crogiolo di associazioni si impegna per liberare Venezia da lucchetti, graffiti e rifiuti. Dal "Clooney Day" si passa al "Cleaning Day"

"George rimboccati le maniche. Visto che hai scelto Venezia per la sua bellezza vieni a pulirla insieme a noi". L'invito di Matteo Secchi, dell'associazione Venessia.com, era valido fino all'ultimo. Ma loro la città lagunare la puliscono anche senza attori o vip: sono il crogiolo di associazioni, con capofila la presidentessa della onlus "Masegni & Nizioleti" Cecilia Tonon, che hanno a cuore la pulizia e il recupero di angoli dimenticati del centro storico. Alle prese a macchia di leopardo con piccole discariche a cielo aperto e con alcuni malcostumi non sono di turisti ma anche di residenti.

Domenica i volontari, in occasione del Cleaning Day Antigraffiti in 13 città italiane, si sono ritrovati alle 10 al campo dei Frari, dove, con l'aiuto di tutti, anche dei bambini, è stata rimessa a nuovo una grande parete di una cinquantina di metri piena di scritte. All'iniziativa hanno partecipato anche gli studenti, con l'Unione degli Universitari di Venezia, la Rete degli Studenti Medi Venezia-Mestre e l'associazione Cerchidonda dei Frari. Attenzione poi al gruppo "Zerocacca", che si occupa di pulire i masegni dalle deiezioni dei cani.

"Vi chiediamo solo di venire in abiti da lavoro e di portare da casa guanti e un pennello medio - avevano affermato gli organizzatori - Un altro gruppo, coordinato da Alberto Alberti, in collaborazione con Unlock your love, si è impegnato a ripulire il ponte dell'Accademia dai lucchetti superstiti, mentre altri ponti minori sono stati liberati dal gruppo WSanMarco" (gruppo apartitico contro il degrado del centro storico). A Rialto, invece, Venessia.com con la collaborazione dei commercianti del ponte si è data da fare nel ridipingere gli infissi imbrattati.

Ma non è finita qui: perché anche alcuni canali hanno avuto chi si è preso cura di loro. Il rio di Cannaregio, il Canal Grande e altri rii interni sono stati puliti dai volontari della polisportiva Venexiana di Gloria Rogliani e dai volontari (molti di loro in kayak) del gruppo 25 Aprile. San Giacomo in Paludo ha visto l'azione dei volontari del gruppo "Puliamo i Canali di Venezia!" e l'Isola di Campalto è stata pulita dai ragazzi di IsolAttiva, mentre il lungo rio che attraversa Torcello è stato ripulito dai soci dell'Associazione Remiera "Gruppo Tre Archi". Tanta gente anche al "Clean Up the World", iniziativa di Legambiente all'Isola della Certosa, mentre "Poveglia per tutti" si è concentrata sull'isola per la quale è nata, all'interno di una iniziativa di festa più vasta. Insomma, tanta gente impegnata con lo stesso obiettivo: amare Venezia e fare in modo che possa tornare a risplendere come in passato. Una splendida iniziativa che si è sviluppata mentre gli obbiettivi dei fotografi erano tutti puntati su George Clooney e le sue nozze da favola.

IL GRUPPO WSANMARCO MENTRE TOGLIE I LUCCHETTI

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento