menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si apparta con una prostituta in via Fratelli Bandiera, "cliente" multato per 5mila euro

L'uomo, di nazionalità cinese, ha subito anche la revoca della patente. Operazioni diffuse nel territorio della Municipale, con la denuncia di pusher e di un ricettatore veneziano

Continuano con intensità le operazioni di controllo del territorio da parte della polizia locale, per contrastare la microcriminalità. E con successo: gli agenti, nelle giornate di giovedì e venerdì, sono intervenuti a più riprese in terraferma e a piazzale Roma, denunciando due spacciatori e fermando un probabile ricettatore di carte di credito. Gli agenti hanno inoltre sanzionato per oltre 5mila euro il cliente di una prostituta che guidava con patente ritirata, hanno sequestrato cocaina, eroina e marijuana e recuperato 1000 euro, 250 dollari ed un telefono cellulare rubati. Una due giorni di controlli che ha dato i suoi frutti.

La prima operazione verso le 16 di giovedì, un blitz in via Monte San Michele. Alla vista della polizia locale uno spacciatore, di origini africane, ha sputato a terra un ovulo contenente una dose di eroina. Una volta condotto al Comando generale, gli agenti hanno recuperato altri tre ovuli di cocaina, che il pusher aveva deglutito e poi rigurgitato. Denunciato per detenzione di stupefacenti, è stato deferito per l'ennesimo volta all'autorità giudiziaria. Le operazioni della squadra antidegrado sono poi proseguite al parco Albanese, con l'unità cinofila a supporto. Nella fattispecie è stato colto in flagranza un pusher 30enne, sempre di nazionalità africana, denunciato per il possesso, ai fini di spaccio, di alcune dosi di marijuana.

Nella notte tra giovedì e venerdì, invece, il nucleo di polizia giudiziaria ha multato per 5mila euro un cliente che si era appena appartato con una prostituta in via Fratelli Bandiera. Ad un controllo incrociato con le banche dati è risultato che l'uomo, di nazionalità cinese, stava guidando con patente revocata dal febbraio 2012: non aveva superato l'esame dopo aver perso tutti i punti della patente. Inevitabile, a quel punto, anche il fermo del veicolo, per un totale di 3 mesi.

L'ultimo "successo" venerdì mattina, quando gli agenti hanno colto in flagrante un cittadino nordafricano di 57 anni, privo di documenti di identificazione, che dopo avere effettuato almeno dieci tentativi di prelievo con un bancomat, si è liberato di un portafoglio gettandolo in una cassetta postale a Piazzale Roma. Perquisito, è stato trovato in possesso di circa mille euro in contanti, 250 dollari, un telefono cellulare e una piccola quantità di hashish e marijuana. L'uomo è stato fermato, indagato per ricettazione e poi condotto in carcere a Santa Maria Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento