Cronaca

Clint Eastwood a Venezia per il nuovo film: centinaia di comparse e modifiche al traffico

Si girerà a ritmi serrati dal 16 al 18 del mese per "The 15:17 to Paris": tra strumenti e assistenti di scena potreste scorgere il volto del due volte premio Oscar alla regia

Venezia esercita ancora una volta il proprio fascino sui registi americani: Clint Eastwood, in questo caso, è l’ennesima “vittima” della bellezza della città, protagonista della storia che l’87enne premio Oscar ha deciso di raccontare nel suo ultimo film, “The 15:17 to Paris”. Il sodalizio tra lo storico attore di western e il capoluogo veneto ha per altro un lungo trascorso alle spalle, il cui apice è forse stato il Leone d'Oro alla carriera tributato a Eastwood nel 2000. 

IL FILM

Il titolo inglese suggerisce l’orario del treno Thalys, partito da Amsterdam per raggiungere Parigi, all’interno del quale tre giovani (due soldati americani accompagnati da un amico) hanno sventato un attacco terroristico, era il 21 agosto 2015. La pellicola racconta proprio quanto accaduto allora, per altro con i veri protagonisti della vicenda - Anthony Sadler, Spencer Stone ed Alek Skarlatos – che impersoneranno dunque loro stessi a due anni di distanza.

LE RIPRESE

Le riprese, previste dal 16 al 18 agosto, si svolgeranno soprattutto nel cuore pulsante della città, coinvolgendo un gran numero di persone: in questo senso la produzione del film ha diffuso un comunicato per invitare i veneziani a presentare la propria candidatura per un ruolo (ne occorrono 350) da comparsa. Solo da qualche giorno Produzioni Teatrali Veneziane ha chiuso le domande, ai partecipanti è bastato mandare una mail a m.codolo@gmail.com, allegando delle fotografie e i propri dati personali. Per i selezionati è anche prevista una retribuzione monetaria. Le domande di partecipazione sono arrivate in migliaia e la produzione sta procedendo alla scrematura: trovata finalmente la comparsa di caranagione scura alta 1.93 metri, per il resto si trattava di cercare persone comuni che impersonassero turisti e veneziani, in scene d'interno (una cena) e d'esterno, per il consueto via vai tra le vie di una città: calli, ovviamente, per Venezia.

SET E MODIFICHE AL TRAFFICO ACQUEO

Inevitabilmente la presenza di tante persone comporterà dei mutamenti all’interno del regolare flusso di traffico terrestre e acqueo; con il piazzale della stazione dei treni, piazza San Marco, Rialto e Canal grande a fare da luoghi chiave dei tre giorni di riprese. Quest’ultime prenderanno il via mercoledì, dalle 7.30 alle 13 verrà occupato il tratto di riva pubblica davanti alla sede della Regione nel palazzo delle Ferrovie, tra l’ormeggio dei Gran Turismo e il ponte di Calatrava. Dalle 9 alle 13 sarà occupato il tratto di riva pubblica davanti alla stazione tra le fermate Actv delle linee 1 e 2.

Dalle 16 alle 22 saranno occupate anche le rive pubbliche di Campo San Vidal e Fondamenta Barbaro per l’ormeggio delle unità di servizio. Rialto farà da protagonista giovedì 17, quando intorno a Campo de L’Erbaria e Ruga degli Oresi verrà limitata la circolazione pedonale. Da lì la troupe si sposterà a Canal Grande e successivamente agli approdi Actv di Santa Maria del Giglio e della Salute. L’ultimo giorno di riprese, il gran finale, è riservato a piazza San Marco: venerdì 18 agosto, dalle 14 alle 21.30, verrà occupato il pontile comunale del Molo di San Marco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clint Eastwood a Venezia per il nuovo film: centinaia di comparse e modifiche al traffico

VeneziaToday è in caricamento