Cocaina in casa nascosta ovunque, pusher 33enne arrestato dalla polizia a Chioggia

Operazione degli agenti del commissariato locale. Sospettavano da tempo dell'uomo, hanno trovato numerose dosi e quasi 5mila euro in contanti

Ufficialmente era senza lavoro, in realtà gestiva una fiorente attività di spaccio. I suoi traffici, però, sono stati scoperti dalla polizia. Un 33enne chioggiotto, C.L., è finito in arresto venerdì sera al termine di un'attività investigativa del personale del commissariato cittadino: lo tenevano d'occhio da un po', finché hanno deciso di perquisirne l'abitazione.

Droga nell'appartamento

I sospetti erano fondati: in vari punti della cucina del piccolo appartamento, accanto alla cappa o nascosti tra i pensili, sono stati individuati numerosi involucri di stupefacente. All'interno di un tubetto di pastiglie per il mal di gola erano conservate quattordici dosi già confezionate di cocaina. Separatamente è stato trovato un ulteriore involucro sempre avvolto in cellophane, contenente sostanza in sasso di colore bianco, sempre cocaina. E poi un bilancino elettronico e altro materiale per il confezionamento delle dosi. Non solo: l'uomo era in possesso di 4.890 euro in contanti. Il tutto è stato sequestrato, mentre il pusher è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Il giorno successivo la convalida dell’arresto e la remissione in libertà, in attesa del processo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento