Cocaina, marijuana e 12mila euro in contanti in casa: 26enne in manette

I militari del Norm del Mestre, aiutati dall'unità cinofila della polizia locale, hanno scoperto la base di spaccio di un cittadino del Mali

Il monitoraggio dei movimenti di alcuni noti tossicodipendenti della zona ha permesso ai carabinieri del Norm di Mestre di stringere le manette ai polsi a F.E., 26enne maliano residente a Rimini ma domiciliato a Marghera, già condannato nel 2016 per precedenti legati allo spaccio di stupefacenti. Nello specifico, i carabinieri, coadiuvati dagli agenti della polizia locale, hanno individuato la base del pusher, un appartamento dietro alla stazione ferroviaria di Mestre. Sfruttando il sottopasso, l'uomo era facilitato a far pervenire la droga in via Piave e limitrofe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un chilo di marijuana e cocaina in casa

I carabinieri hanno deciso di controllare un'abitazione attorno alla quale i residenti avevano notato un via vai sospetto. Dopo aver fatto irruzione all'interno, il cittadino maliano che la occupava avrebbe cercato di bilndarsi all'interno di una camera per sottrarsi al controllo. Per quanto invano. Nel frattempo gli uomini in divisa hanno subito capito di trovarsi all'interno di una base di rifornimento e spaccio di stupefacente. Hanno infatti trovato 100 grammi di cocaina già divisi in dosi e un chilo di marijuana. Oltre a questo, il 26enne aveva in dotazione il classico kit per il confezionamento, fatto di bilancino e cellophane. All'interno di una valigia, inoltre, nascondeva 12mila euro in contante, evidente profitto dell'attività illecita di spaccio molto fiorente. Al termine delgli accertamenti di rito, per lui si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento