menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti al mare, traffico da bollino nero nel weekend: ci sono code e rallentamenti

Viaggi "travagliati" per raggiungere le località balneari, anche se non si registravano alle 13 di sabato criticità troppo elevate. Sulla tratta Cav transiti in aumento rispetto al 2015

La giornata, come prevedibile, è stata fin da subito travagliata nelle principali arterie viabilistiche veneziane. Sabato 30 luglio il traffico era previsto da bollino nero, e le previsioni sono state rispettate. Anche se in mattinata non si sono segnalate criticità troppo elevate. Code sì, e tante. Rallentamenti pure. Ma chi si è messo al volante in una giornata del genere, in cui i vacanzieri raggiungono le località balneari o di montagna e i pendolari della tintarella cercano di raggiungere la spiaggia, sapeva il destino cui sarebbe andato incontro. Tutte le direttrici verso il mare risultano intasate: alcune di più, altre di meno. Al solito per raggiungere Jesolo, Caorle, Sottomarina, Bibione, Eraclea serve armarsi di santa pazienza.

Secondo Cav, che gestisce l'autostrada Venezia-Padova e il Passante, nelle prime ore della mattinata si è registrato traffico intenso ma scorrevole su tutte le competenze. Si sono verificati rallentamenti tra Padova Est e Arino di Dolo (direzione Trieste) dalle 6.30 alle 7.30 a seguito di piccoli tamponamenti rapidamente risolti. Nel tratto caratterizzato da maggior traffico, tra Padova est e l'interconnessione con la A57, si è registrato un picco di traffico alle 10 di 5.500 veicoli l'ora. In giornate normali la media è di 3000 circa.

Il trend è in aumento rispetto all'anno scorso: venerdì il volume di traffico complessivo sul Passante di Mestre è stato pari a 93.667 veicoli, con un incremento del 1,17% rispetto al 2015 (+0,18% in direzione est e +2,60% in direzione ovest). Alla stazione autostradale di Venezia-Mestre (barriera di Villabona) è stato registrato il transito complessivo di 81.695 veicoli, con un aumento del 0,93% rispetto lo scorso anno (+1,18% in uscita e +0,66% in entrata).

Per quanto riguarda la A4 Venezia-Trieste, gestita da Autovie Venete, fino a questo momento i problemi principali si registrano in territorio friulano, tra Palmanova e San Giorgio di Nogaro. Attivato il bypass su A28 e A27 nelle due direzioni di marcia. A complicare ulteriormente le cose la visita del presidente russo Vladimir Putin in Slovenia, che determinerà un "travaso" di traffico per le misure di sicurezza sulla rete autostradale italiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento