Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Sabato "bestiale": la coda per Jesolo raggiunge i diciassette chilometri

Incolonnamenti già dalle otto. Poi il blocco. Un unico serpentone di automobilisti procede a passo d'uomo da prima di Portegrandi. Più tranquilla la situazione per le altre località marittime

Torna il weekend e torna, puntuale, il serpentone unico di automobilisti che si metto in marcia per le spiagge. Se raggiungere Jesolo incolonnati non costituisce una novità, quella di stamane comunque entra nel novero delle "code da ricordare": diciassette chilometri di veicoli a passo d'uomo a partire dalle otto di mattina.

 

Rallentamenti che partono da prima di Porte Grandi per insinuarsi lungo tutta la Jesolana. Il traffico era già sostenuto verso le sette, poi il blocco. Dalle otto alle dieci la situazione non sarebbe migliorata secondo la polizia stradale. Non si segnalano comunque tamponamenti. Il problema principale è il gran caldo "rinvigorito" dalle ore passate sull'asfalto.

Traffico sostenuto ma che rientra nei canoni della normalità anche verso le altre località marittime del Veneziano: Sottomarina, Bibione e Caorle prese d'assalto. In questo caso si registrano disagi di gran lunga minori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato "bestiale": la coda per Jesolo raggiunge i diciassette chilometri

VeneziaToday è in caricamento