rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Jesolo / Via Provinciale Jesolana Lido (VE)

Code e rallentamenti verso Jesolo, tutto bloccato già da Caposile

Il massiccio afflusso di "bagnanti pendolari" ha messo in difficoltà la viabilità provinciale. Rallentamenti frequenti anche su tutta l'autostrada A4

Mattinata di passione per i veneziani che, anche partendo di buon'ora, sabato si sono mossi alla volta delle spiagge del litorale solo per restare incolonnati per ore in mezzo al traffico della Jesolana.

TUTTO FERMO – I primi rallentamenti sarebbero iniziati già alle 8.30 del mattino, quando all'innesto della rotonda di Caposile le auto hanno dovuto rassegnarsi a procedere a passo di lumaca. Il clima favorevole e le previsioni ottimistiche per il weekend hanno infatti spinto moltissimi “bagnanti pendolari” verso il mare di Jesolo, tutti a bordo della fidata quattro ruote e tutti, almeno per il momento, costretti ad armarsi di pazienza. Le code e i rallentamenti, infatti, anche se non dovuti ad incidenti gravi, si protraggono da Caposile fino al litorale, interessando di conseguenza anche la viabilità secondaria, come a Passerella, dove il blocco del traffico sulla Jesolana ha portato caos persino nelle vie vicine alla strada delle spiagge.

WEEKEND DI SOLE E MARE SUL LITORALE: LE PREVISIONI

SULLA A4 - Traffico molto intenso, come da previsioni, anche su tutta la A4, fin dalle prime ore del mattino. Alle 13 la circolazione sulla rete autostradale gestita da Autovie Venete non presentava forti criticità ma rallentamenti distribuiti in tratti diversi. Quello dove si è concentrato il picco di intensità è stato il tratto compreso fra Portogruaro e il nodo della A4 di Palmanova, in entrambe le direzioni. I transiti orari hanno sfiorato i 3 mila veicoli all'ora in entrambe le direzioni. Nessuna coda vera e propria, però, ma i classici “stop and go” nei punti dove i flussi si concentrano: i nodi di interconnessione e i caselli dai quali si raggiungono le località balneari. Sempre pieno il piazzale del casello di San Donà di Piave, uscita utilizzata da chi è diretto verso Jesolo, meno intenso il flusso in prossimità del casello di San Stino uscendo dal quale si raggiunge Caorle. Per domani è atteso ancora traffico intenso, dovuto soprattutto agli spostamenti di breve e medio raggio. Anche domani resta in vigore il divieto di transito per i mezzi pesanti superiori alle 7 tonnellate e mezzo, dalle 7 del mattino alle 24.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Code e rallentamenti verso Jesolo, tutto bloccato già da Caposile

VeneziaToday è in caricamento