menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Palmisano

Francesco Palmisano

Cofidi Veneziano, la società rinnova le cariche: Palmisano nominato presidente

Questo il cambiamento più evidente apportato dall'ultimo cda, commenta Sandro Ravenna, ora vice presidente: "anni difficili, ma siamo diventati un punto di riferimento."

Lo scorso 21 aprile, in occasione dell’approvazione del Bilancio 2016, Cofidi Veneziano ha rinnovato le cariche sociali per il triennio 2017-2019. Nel successivo CdA sono stati anche eletti i nuovi Presidente e Vice Presidente.

Con un’esperienza operativa a fianco delle PMI (piccole-medie imprese) lunga oltre 50 anni, Cofidi conta all’incirca 9.000 imprese associate alle quali offre l’accesso al credito agevolato e convenzionato. Svolge inoltre servizi di consulenza tecnica in ambito finanziario e creditizio, e assistenza nelle richieste di contributi verso Enti Pubblici stanziati nell’ambito di leggi o bandi regionali, nazionali e comunitari.

Questi i nomi emersi come nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione: Francesco Palmisano, presidente neo eletto, Sandro Ravenna (eletto Vice Presidente), Barbara Fuolega, Fabio Lamon, Fabio Brunello, Ruggero Lunardelli, Andrea Bernardi, Raffaele Pagliaro, Ivano Muffato.

“Termino questa mia esperienza da presidente dopo due mandati consecutivi, – ha spiegato Sandro Ravenna –, gli ultimi anni sono stati difficili non soltanto per l’economia ma per tutto il nostro sistema. Le scelte fatte da questo Consiglio di Amministrazione sono state molto importanti e sono proprio queste che oggi ci permettono di dire che siamo diventati un punto di riferimento per tutti i Confidi, non solo a livello regionale ma anche nazionale. Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato in questi anni e auguro un buon lavoro agli entranti”.

Ora tocca a  Palmisano, 47 anni, originario di Burano, a capo dell’azienda omonima di dolci, da più di novant’anni vera eccellenza nella produzione alimentare dolciaria della tradizione veneziana.

“Da sei anni faccio parte del Consiglio – ha dichiarato, - prima come Consigliere e poi come Vice Presidente. Per questo motivo la mia presidenza non potrà che essere all’insegna della continuità con il lavoro svolto in questi ultimi anni. Sarò alla guida di un Confidi sano, che ha chiuso il 2016 in positivo e che grazie alle autorizzazioni concesse da Banca d’Italia è oggi uno dei pochi a livello nazionale ad avere i requisiti per svolgere tutte le attività di finanziamento nei confronti dei soci, affiancando le loro PMI sostenendole e consigliandole negli investimenti per sviluppo d’impresa. Il nuovo CdA, – ha concluso il Presidente Palmisano, – ha già molti obiettivi a breve e media distanza, tra cui il proseguimento della politica espansiva anche in altre province del Veneto, che negli ultimi anni ha visto l’apertura di nuovi uffici a Treviso e Padova”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento