menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assegni falsi, collaboratore infedele si intasca 100mila euro dell'azienda

Lavorava per una ditta di distibuzione bevande a Jesolo: in banca si sono accorti che qualcosa non andava. Era riuscito ad accumulare una grossa somma nel giro di pochi mesi

Era riuscito con un "magheggio" a intascarsi una ragguardevole somma che superava i 100mila euro: è stato lui stesso a tradirsi, presentando in banca un ennesimo assegno truffaldino che però, stavolta, è risultato chiaramente contraffatto tanto da insospettire il cassiere. Protagonista della vicenda, come riportato dai quotidiani locali, è il collaboratore di un'azienda di distribuzione di bevande all'ingrosso con sede a Jesolo.

L'uomo, agente di commercio per la ditta da oltre vent'anni, godeva naturalmente di una certa fiducia in virtù del lungo corso della collaborazione. Mai i titolari avrebbero potuto sospettare che in realtà l'agente infedele, negli ultimi mesi, aveva cominciato a falsificare il nome dell'intestatario a cui i clienti versavano i pagamenti, girandoli direttamente a se stesso. Dopodiché consegnava solo una parte della somma all'azienda, o in contanti oppure tramite assegni circolari che richiedeva alla propria banca facendoli risultare come acconti ricevuti dai clienti.

La cosa è venuta fuori alla fine della scorsa estate, quando un istituto di credito ha bloccato il pagamento di un assegno di 8mila euro a lui intestato e palesemente "ritoccato". L'uomo avrebbe ammesso le sue responsabilità, mentre le verifiche poste in essere hanno accertato man mano cifre sempre più importanti, fino a superare appunto i 100mila euro. Il tribunale di Venezia ha emesso un'ingiunzione di pagamento esecutiva per 25mila euro, con conseguente pignoramente dell'auto da parte della ditta. Lui, che nel frattempo sarebbe passato a lavorare per altri, nel frattempo è stato licenziato e denunciato per falso e appropriazione indebita aggravata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento