menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mi hanno rubato la chitarra e le medicine", scatta la gara di solidarietà a Mirano

Max, noto in paese perché suona e canta sempre per le strade, sabato è stato derubato del suo strumento. Colletta per ricomprarglielo. Una giovane gli ha donato una sua chitarra

Alla fine la chitarra a quanto pare gliel'ha regalata una giovane, forse una bambina, che non sapeva nulla della gara di solidarietà che è scattata nella giornata di domenica a Mirano sul web per aiutare Massimiliano, una persona piuttosto conosciuta nel paese veneziano che passa le giornate suonando e cantando in centro. L'ha fatto almeno fino a sabato sera, quando qualcuno ha pensato bene di rubargli non solo lo strumento musicale, ma anche medicine e indumenti. Oggetti dal valore economico minimo ma che per "Max" invece hanno tutt'altro significato, visto che non ha granché con sé.

Gara di solidarietà

Per questo motivo sui social (specie sulla pagina Facebook "Sei di Mirano se...") è stata lanciata l'idea di una colletta per regalare una nuova chitarra al "menestrello" che, amando la libertà, spesso vagabonda per la cittadina. E' stato lui a spiegare la sua disavventura scrivendo su un foglio: "Mi avete rubato la chitarra, i documenti e le medicine. Bravi! Veri uomini! Io vi perdono, perché così vuole la Bibbia".

Mobilitazione sul web

Il messaggio è stato attaccato con dello scotch su un muro e poi immortalato e postato sui social. Subito è scattata la mobilitazione di varie persone che hanno preso a cuore la storia di Massimiliano, ma proprio quando la colletta stava per essere concretizzata, è giunto l'annuncio del dono "autonomo" di una giovane: Max ha di nuovo la sua chitarra e la solidarietà a Mirano ha dimostrato di poter essere veloce e collettiva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento