menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dei vigili del fuoco

Foto dei vigili del fuoco

Emergenza fiumi in Piemonte, parte anche la colonna mobile dei pompieri di Venezia

Sono 9 gli operatori che venerdì mattina si portano nelle terre martoriate da allagamenti e piogge. A disposizione un gommone e due idrovore per dare una mano dove c'è necessità

Già mercoledì sera si stava iniziando ad allestire la colonna mobile in vista dell'ondata di maltempo prevista nelle ore successive su Liguria e Piemonte. Ora che i fiumi sono in parte straripati e che si sono registrati danni ingenti, anche i vigili del fuoco di Venezia si sono messi in viaggio per dare una mano ai territori colpiti dalla violenza dei corsi d'acqua. Sono stati richiesti sul posto.

Venerdì mattina 9 operatori del Comando provinciale sono partiti dalla laguna con diversi mezzi per fornire supporto laddove possibile. Il "contingente" prevede almeno due campagnole, oltre che un mezzo logistico per permettere il pernottamento dei pompieri. La sezione operativa opererà sotto le direttive del comando dei vigili del fuoco di Torino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci saranno un gommone, una idrovora piuttosto grande e potente e una motopompa più piccola. Oltre che due barche. Obiettivo muoversi in velocità dove l'acqua ha inondato le strade e aggredire gli allagamenti con le idrovore. Chi sta raggiungendo il Piemonte è personale qualificato SAF (soccorso speleo alpino fluviale). Nella speranza che le previsioni meteo e i fiumi diano una tregua.

Venerdì mattina anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, prima della sua articolata visita in Veneto, ha raggiunto la sede della protezione civile del Piemonte: "L'emergenza non è finita - ha dichiarato -, nessuno per ora può permettersi di tirare un sospiro di sollievo anche se la prima fase di emergenza è stata gestita splendidamente. L'invito ai piemontesi è di seguire scrupolosamente le indicazioni degli addetti ai lavori. E' fondamentale per evitare comportamenti che potrebbero essere dannosi". 
 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento