menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Maria di Sala: "sfoga" il pollice verde su due piante di marijuana

Un 51enne del Salese è stato arrestato giovedì sera dai carabinieri per produzione e detenzione di stupefacenti. In casa aveva due arbusti rigogliosi e 280 grammi di marijuana in essiccamento

Un'attenzione certosina. Tanto che le due piante sequestrate a L.G., 51enne, secondo gli inquirenti, "erano quasi degli alberi", tanto erano rigogliose. L'uomo, residente a Santa Maria di Sala, ora però dovrà sfogare il proprio pollice verde su altri tipi di arbusti rispetto a quelli che producono la marijuana. I carabinieri, infatti, giovedì sera durante un blitz sentivano già in lontananza l'odore della "maria" (le piante erano una di due metri e novanta e l'altra di un metro e novanta). Una volta che le forze dell'ordine hanno suonato il campanello, per il 51enne è stato impossibile difendersi di fronte all'evidenza.

I militari hanno esteso i controlli anche al resto della casa. Specie in un piccolo magazzino indipendente dall'abitazione. Una volta entrati gli agenti hanno trovato il perfetto "laboratorio" per il coltivatore di marijuana: c'era la stagnola specchiata per accelerare la fotosintesi, c'erano le lampade apposite per la coltivazione "invernale" delle piante, c'erano fertilizzanti, trancini e attrezzatura varia. Requisiti anche 280 grammi di marijuana in fase di essicazione, per un peso di un chilo e mezzo. Non mancavano, naturalmente, i bilancini di precisione e lame di ogni genere, per il taglio e lo sminuzzamento delle foglie.

L'uomo è stato arrestato per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e condannato per direttissima a un anno di reclusione pena sospesa. Oltre al pagamento di 2mila euro di multa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento