rotate-mobile
Cronaca

Il gelo mette in difficoltà la raccolta nelle campagne veneziane: radicchio in ritardo

Le temperature al di sotto delle medie stagionali rendono "irraggiungibili" alcuni tipi di colture, mentre giovano ai frutteti. Coldiretti: "Per ora niente emergenza, speriamo nella pioggia"

Campi gelati, per ora niente emergenza ma i coltivatori stanno all'erta e sperano nella pioggia. E i problemi già adesso non mancano nelle campagne veneziane a causa delle rigide temperature di questi giorni, come confermato da Coldiretti: "Soprattutto nelle coltivazioni a pieno campo - specifica l'associazione - E in particolare a Chioggia. In certi casi il gelo rende impossibile raccogliere la produzione, ad esempio carote, broccoli e cavoli sono irraggiungibili perché non si riesce a spaccare terreno. Così si bruciano gli ortaggi. Meglio invece a Cavallino grazie alle serre riscaldate e all'ausilio del Tnt che protegge il suolo".

È soprattutto la coltivazione del radicchio a subìre le conseguenze del freddo: il radicchio tardivo ci impiega di più a maturare, un ritardo di una decina di giorni. E quindi c'è difficoltà a reperire il prodotto. "Il problema comunque per ora è sotto controllo, speriamo che la situazione migliori nei prossimi giorni - continua Coldiretti - E in particolare che domani (venerdì, ndr) scenda pioggia in provincia, come annunciato dai servizi meteo. Certo il protrarsi di questa situazione meteorologica non aiuterà in genere tutte le colture, per ora sotto osservazione attenta degli agricoltori”.

In pianura, per il momento, pesa più che altro la siccità. Il freddo non sta danneggiando gli alberi da frutta, che anzi sono agevolati nel combattere gli agenti patogeni. Mentre gli ortaggi di stagione temono fino a un certo punto le temperature rigide e il prodotto è comunque buono. Solo che con il ghiaccio, appunto, si fa fatica a raccogliere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gelo mette in difficoltà la raccolta nelle campagne veneziane: radicchio in ritardo

VeneziaToday è in caricamento