Torna a suonare la campanella: dita incrociate per la ripartenza in sicurezza

Da questa mattina migliaia di studenti veneziani si metteranno alla prova in un'esperienza nuova: dopo le lezioni a distanza, si va in classe con un vademecum rigoroso

Il suono della campanella è tornato a sancire l'inizio delle lezioni anche per gli studenti della provincia di Venezia. Sono in tutto 5,6 milioni i ragazzi che a partire da oggi cominciano una nuova avventura sui banchi di scuola, di sicuro differente da quella pre-covid. Tra regole e limitazioni, non sarà, per ora, la stessa cosa. A rivolgere il suo augurio ai più giovani è stato il premier Giuseppe Conte con una diretta sui social network, durante la quale ha ammesso le evidenti difficoltà: «ci saranno disagi, soprattutto all'inizio. Voi dovrete fare la vostra parte, dovete impegnarvi a rispettare le regole di cautela che vi consentiranno di tutelare la vostra salute e la salute delle persone che amate e che vi amano». In provincia di Venezia oltre 95mila studenti si presentano all'avvio dell'anno scolastico, dalle materne alle superiori.

Regole tra i banchi

Le regole per la ripartenza sono tante. Gli studenti dovranno misurare la temperatura ogni giorno e con 37,5 gradi (a salire) e sintomi riconducibili a quelli del coronavirus dovranno stare a casa e contattare il medico; ragazzi e personale delle scuole dovranno lavare spesso le mani e usare prodotti igienizzanti messi a disposizione all'interno degli istituti. Le scuole saranno pulite giornalmente e igienizzate periodicamente; ingressi ed uscite degli istituti saranno differenziate, con percorsi predisposti dalle scuole e l'accesso a visitatori esterni sarà strettamente limitato. Nel frattempo in molte scuole veneziane sono stati eseguiti lavori utili per ampliare gli spazi nelle aule e garantire il distanziamento. Soluzioni sono state trovate anche per i trasporti (che devono funzionare all'80% della capienza), ad esempio con l'impiego di bus privati. I nuovi banchi, invece, tardano ad arrivare. Le linee guida per le scuole del Veneto qui.

Tra i consigli per gli alunni (quelli dai 14 anni in su), anche quello di scaricare l'app Immuni per rilevare un'eventuale esposizione al virus. I ragazzi dovranno rispettare le distanze, il classico metro a cui tutti siamo ormai abituati, indossare le mascherine quando saranno in movimento o negli spazi comuni. Al banco, se rispettato il metro di distanza, non sono invece necessarie, così come per i bambini sotto i 6 anni. A queste regole di base, si aggiungono il divieto di sport e giochi di gruppo per evitare contatti ravvicinati, stop alle lezioni di canto e ricreazioni scaglionate. Tra le misure principali:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Misurare la temperatura
  • Lavare e igienizzare le mani
  • Seguire la segnaletica
  • Consigliato avere Immuni sul cellulare
  • Mantenere le distanze
  • Mascherina quando si è in movimento e negli spazi comuni
  • Negati sport e giochi di gruppo
  • Ricreazione ad intervalli

Nel pomeriggio, alle 16.30, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella inaugurerà l'anno scolastico alla scuola primaria Guido Negri di Vo' Euganeo, comune del Padovano nel quale si è registrato il primo decesso per coronavirus in Italia. Alla cerimonia sarà presente anche il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento