Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Marghera / Porto Marghera

Porto: il comitato di gestione promuove le strategie per Venezia e Chioggia

Il piano 2018-2020 prevede di migliorare l'accessibilità nautica, ferroviaria, stradale e digitale degli scali. Tra gli interventi c'è l'arretramento della banchina nell'area Montesyndial

Foto: porto di Venezia, archivio

Migliorare l’accessibilità nautica, ferroviaria, stradale e digitale. Migliorare la sostenibilità ambientale delle attività portuali al fine di garantire uno sviluppo equilibrato e sostenibile del sistema portuale di Venezia e Chioggia. Nel corso della riunione del comitato di gestione dell’Autorità di Sistema Portuale di mercoledì è stata approvata all’unanimità la prima revisione del piano operativo triennale 2018 – 2020, che conferma le strategie finalizzate a promuovere la crescita e lo sviluppo del sistema dei porti di Venezia e Chioggia.

Scavi e navigazione

Nel corso del 2018 l’ente è stato impegnato nella fase di gestione e attuazione dei progetti europei e nella fase di avvio di nuovi progetti approvati nell’ambito della programmazione europea 2014-2020, per un totale di contributi gestiti pari a oltre 34 milioni di euro. Sotto il profilo dell’accessibilità nautica, sono stati avviati i lavori di escavo del canale Malamocco Marghera per garantirne la navigabilità, e sono stati adottati ausili immateriali e digitali per favorire la sicurezza e l’operatività della navigazione.

Arretramento banchina Montesyndial

Altrettanta attenzione è stata riservata all’accessibilità ferroviaria e all’accessibilità stradale, sia sotto il profilo infrastrutturale, sia sotto il profilo operativo. Particolare rilievo assume l’approvazione da parte della Regione del Veneto, in via definitiva, del progetto di arretramento della banchina del canale Industriale Ovest in corrispondenza dell’area di Montesyndial. L’arretramento, di 35 metri dell’attuale sponda, è contestuale alla realizzazione di una nuova banchina. L’intervento è volto a garantire la piena accessibilità nautica in sicurezza e alle navi che devono raggiungere le aree più interne del canale stesso, anche in presenza di navi ormeggiate in banchina Liguria e banchina Emilia, nonché sulla sponda dell’area Montesyndial.

Terminal Lng

Approvata all’unanimità l’attività svolta per lo sviluppo del progetto di un terminal costiero di stoccaggio di Lng nel canale sud. L’investimento complessivo è stimato in circa 105 milioni di euro e ha ottenuto un importante co-finanziamento europeo pari a circa 18,5 milioni di euro. Nel corso della seduta sono stati espressi pareri positivi da tutti i membri del comitato di gestione relativamente all’esito dei lavori della commissione consultiva di Venezia e di Chioggia sul rilascio delle autorizzazioni per la fornitura di servizi specialistici, complementari e accessori al ciclo delle operazioni portuali, per l'anno 2019, nei rispettivi porti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: il comitato di gestione promuove le strategie per Venezia e Chioggia

VeneziaToday è in caricamento